A Monteluce scoppia il ‘caso della palestra’

284

A Monteluce scoppia il ‘caso della palestra’. Il Comune, con un’ordinanza, ha riservato la struttura alle persone senza fissa dimora. La società Pallavolo Perugia: “Decisione inopportuna”

Nel quartiere di Monteluce è polemica sulla questione relativa alla palestra. Nei giorni scorsi il Comune attraverso un’ordinanza ha di fatto temporaneamente trasformato lo storico impianto sportivo di Sant’Erminio in un ricovero per persone senza fissa dimora, che sono entrati nella struttura il 26 novembre. Tale decisione, chiaramente, impedisce alla società Pallavolo Perugia di poter svolgere la propria attività sportiva e in una nota il Presidente Renzo Mastroforti esprime tutto il suo disappunto.

“E’ una decisione – dichiara il Presidente Renzo Mastroforti – che appare assolutamente inopportuna e presa senza ben valutare le effettive conseguenze della stessa.

La palestra è infatti dedicata allo svolgimento di attività sportive giovanili e per disabili di diverse discipline fra le quali pallavolo, tennis tavolo, basket in carrozzina per portatori di handicap ed inoltre, al mattino, ad uso del vicino plesso scolastico scuola elementare Ignazio Silone.

Sottrarre la possibilità di svolgere tali attività ai predetti soggetti, in un momento come questo, rappresenta un grave danno sociale per la collettività tutta oltreché agli utenti medesimi. Pur comprendendo l’esigenza di fornire ricovero a soggetti in difficoltà ritengo imprescindibile da parte del Comune una valutazione comparativa dei reali interessi in gioco, che conduca all’individuazione di altri spazi attualmente liberi (ad es. all’interno dell’Ex-Policlinico).

Si può e si deve trovare una soluzione diversa che possa salvaguardare le esigenze “tutte” della popolazione”.