Bartoccini: il punto sul doppio appuntamento con Vallefoglia

104
A Urbino la spuntano le marchigiane, al Palabarton le perugine. Coach Cristofani:
 

A Urbino la spuntano le marchigiane, al Palabarton le perugine. Coach Cristofani: “Ancora molto da lavorare”

 

La quinta settimana di preparazione della Bartoccini FortInfissi Perugia va in archivio con il doppio allenamento congiunto con la Megabox Vallefoglia.

Nell’alternanza tra lavoro in sala pesi e palestra, sono utilissimi i due appuntamenti che hanno consentito di affinare le abilità nelle situazioni di gioco simulato.

Nel primo appuntamento, svoltosi ad Urbino, c’è stato modo di lavorare sulle fasi finali di gara con dieci mini set dal 20-20 dove per ottenere il punto era necessario vincere due scambi consecutivi.

Con questo singolare sistema, a spuntarla è stata Vallefoglia 6-4, mentre al PalaBarton si è tornati al classico Rally Point System e dunque con i primi 3 set al 25 dove le “magliette nere” hanno concluso 2-1 mettendo in cascina i primi due set per poi rilassarsi nel terzo e subire il gioco ospite.

Nel quarto parziale, che si è disputato simulando un tie-break, la Bartoccini l’ha spuntata 15-12 portando il computo, seppur rilevante solo ai fini statistici, sul 3-1.

Dopo le buone impressioni ricevute dalle sue ragazze, questo il bilancio settimanale di coach Luca Cristofani.

“Siamo ancora in una fase di preparazione molto intensa, stiamo lavorando molto con i pesi e dalle prossime settimane cominceremo ad alleggerire il carico in vista della prima di campionato. Imma è una campionessa ed è una sicurezza per tutti noi, mette a disposizione la sua esperienza e la sua sicurezza per il resto della squadra e questa non è una cosa da poco”.

Tra allenamenti congiunti e tornei la prossima settimana c’è la Acqua e Sapone.

“Roma è la mia città e con quella squadra ho vinto il campionato la scorsa stagione, sicuramente ci saranno molte emozioni, queste però quando si scende in campo si lasciano fuori, si rimani amici e si è avversari allo stesso tempo”.

Con Bongaerts appena arrivata si può lavorare al massimo.

“Ci manca ancora molto da fare, è appena arrivata Britt e dobbiamo ancora trovare il timing giusto quando il gioco si fa veloce, credo sia normale del resto e credo che non siamo l’unica squadra ad avere questi problemi al momento, lei sta lavorando molto si vede e le altre ragazze stanno facendo altrettanto, è difficile trovare un gruppo con tanta voglia di lavorare, spesso c’è magari qualcuno che tira un po’ più passivo rispetto le altre invece qui devo dire che sto trovando un gruppo che qualche volta va limitato per per farlo fermare”.