C’è l’omologazione, ora il Santa Giuliana è un ‘vero’ impianto per l’atletica leggera

164

C’è l’omologazione, ora il Santa Giuliana è un ‘vero’ impianto per l’atletica leggera. L’impianto sportivo perugino è stato inserito dalla Fidal nella classe B del Catasto Nazionale degli Impianti Sportivi. L’Assessore Pastorelli: “Un grande risultato, che consentirà alla nostra città di ospitare in futuro gare nazionali ed internazionali”

Il Santa Giuliana è a tutti gli effetti un impianto sportivo per l’atletica leggera, capace di ospitare manifestazioni a carattere nazionale ed internazionale. Con provvedimento del 26 agosto 2020, aggiornando il precedente certificato di collaudo, la Fidal (Federazione Italiana di Atletica Leggera) ha omologato la struttura di proprietà del Comune di Perugia, inserendola nella Classe B del Catasto Nazionale degli Impianti Sportivi. Determinati, ai fini del parere favorevole della Federazione, i recenti interventi che hanno portato la pista a dotarsi di tutte le attrezzature e gli attrezzi necessari per lo svolgimento della disciplina a livello competitivo. L’omologazione ottenuta resterà in vigore per quattordici anni, con l’eventualità di essere prorogata, alla scadenza,per altri sei anni.
Il Santa Giuliana ‘collaudato’ sarà inaugurato in occasione dei Campionati Regionali di Atletica ‘Ragazzi e Cadetti’ (19-20 settembre) alla presenza delle autorità cittadine politiche e sportive.

“E’ un grande risultato – commenta con soddisfazione l’Assessore allo Sport, Clara Pastorelli – che l’Amministrazione comunale è riuscita ad ottenere, riqualificando un impianto storico e ora funzionale anche per lo svolgimento di manifestazioni nazionali ed internazionali. L’auspicio che questo possa essere solo per il primo passo verso un maggiore sviluppo della disciplina all’interno della nostra città e uno stimolo per le società del territorio verso traguardi più ambiziosi”.