Il Comune di Perugia punta anche sui parchi per promuovere l’attività sportiva

145

Il Comune di Perugia punta anche sui parchi per promuovere l’attività sportiva. Delibera di Giunta per consentire alle associazioni o società sportive del territorio di gestire spazi verdi con finalità sportive, ludiche o ricreative. L’Assessore Clara Pastorelli: “Lo sport sempre al cento del nostro interesse”

Al fine di promuovere l’attività sportiva e di renderla maggiormente fruibile ai cittadini, nel rispetto delle disposizioni in materia di contenimento del Covid-19, il Comune di Perugia con una delibera di Giunta ha di fatto autorizzato le associazioni e le società sportive del territorio a far richiesta per gestire alcuni spazi all’interno delle aree verdi o parchi, di proprietà diretta dello stesso ente.
L’dea dell’Amministrazione comunale è quella di consentire un uso limitato ad alcune fasce orarie (non più di 4 ore al giorno nell’intervallo dalle ore 8 alle ore 20) in contesti opportunamente dimensionati e con attività sportiva in forma organizzata, sotto la responsabilità delle suddette società o associazioni.

“E’ l’ennesima dimostrazione – dichiara l’Assessore allo Sport, Clara Pastorelli – di quanto l’Amministrazione tenga allo sport e al fatto che venga praticato all’interno del territorio. In questa fase così difficile e transitoria, dove resta difficile praticare attività fisica nelle strutture, credo che per centri fitness, palestre e associazioni inerenti, questa è un’opportunità importante che permette la continuità dell’offerta sportiva, in certi casi anche una sua implementazione e una maggiore visibilità nel contesto in cui si opera. Senza trascurare che la presenza dei cittadini all’interno dei parchi, in aree opportunamente organizzate, rende l’ambiente stesso più sicuro e meglio sfruttato”.

La Giunta ha stabilito che le richieste dovranno pervenire entro e non oltre il 31 ottobre 2020 e che per garantire il rispetto del principio di parità di trattamento, in caso di richieste plurime per le stesse zone, le aree saranno concesse dopo l’effettuazione di una valutazione basata sui seguenti criteri di selezione: vicinanza della sede del concessionario all’area concessa e numero di utenti frequentanti i corsi programmati. Per l’occupazione degli spazi richiesti saranno applicate le normative in materia di TOSAP.