Beghetto, Negri ed è A: questo è Perugia-Verona

154

Beghetto, Negri ed è A: questo è Perugia-Verona. Tra tutti i precedenti fra Grifo ed Hellas, spicca quello del 9 giugno 1996. L’ultima volta nel 2017 fu 1-1

Dopo la bella vittoria ottenuta contro la Salernitana, il Perugia si appresta ad affrontare un’altra gara importante in ottica play off. Nell’anticipo della 28ma giornata, infatti, gli uomini di Nesta lanceranno la sfida al Verona. Attualmente, gli scaligeri occupano la 5a posizione con 42 punti (ma con una partita in più rispetto ai biancorossi), contro i 38 del Grifo. Quindi, un risultato positivo aprirebbe scenari davvero importanti. Quella di venerdì prossimo sarà la 21ma sfida tra Perugia e Verona e il bilancio è in favore del Grifo: 9 vittorie biancorosse contro le 4 venete. 7 i pareggi.

ANNI ’30 – ’60 – ’70

La prima volta che le due compagini si affrontarono risale alla stagione 1933/1934 (serie B) e, in quella occasione, i Grifoni di Cesare Migliorini travolsero gli avversari con un pesantissimo 5-0 (Tiberti, Vitalesta, Vitalesta, Preti, Preti). Nel campionato seguente (sempre tra i cadetti), la sfida terminò 1-1: Isada (P) pareggiò i conti dopo il vantaggio di Patuzzi (V). Andando avanti con gli anni fino a raggiungere gli anni ’60, Perugia e Verona tornarono a sfidarsi nel 1967/1968 (ancora in serie B) e, a vincere, fu di nuovo il Grifo: 3-1 siglato da Turchetto e dalla doppietta di Dugini. Di Burin la rete gialloblù. Passando al decennio seguente, tante le sfide negli anni ’70. La prima risale al 1974/1975 (serie B) e terminò a reti inviolate (0-0). Nel 1975/1976, invece, una rete di Michele Nappi regalò il successo ai biancorossi guidati da Ilario Castagner. Vittoria storica questa dato che fu la prima ottenuta in serie A. Era il 7 dicembre 1975. Da qui in poi, gli scaligeri invertirono decisamente il trend al Curi: i gialloblù, infatti, rimasero imbattuti per ben 4 gare consecutive. Dopo l’1-1 della stagione 1976/1977 (Mascetti (V), Cinquetti (P) ), il Verona ottenne il primo successo nel capoluogo umbro: nel campionato di serie A 1977/1978, una rete di Negrisolo regalò la vittoria agli uomini di Ferruccio Valcareggi. Ancora una sfida nel 1978/1979, quando al Curi terminò 1-1, con il Verona che agguantò il pari a 2 minuti dal termine con Bergamaschi, dopo il vantaggio di Frosio.

ANNI ’80 – ’90

L’unica sfida degli anni ’80 terminò 0-0, mentre negli anni ’90 tutti gli incontri tra Perugia e Verona furono pirotecnici e ricchi di emozioni. In modo particolare, la partita del 1994/1995 (serie B) terminò con uno spettacolare 3-4 in favore degli ospiti. Uomo del match è senza ombra di dubbio Cammarata autore di una tripletta (di Fermanelli la rete rimanente). Per il Grifo a segno Giunti (doppietta) e Cornacchini. Questa sconfitta diede uno “scossone” al Grifo che, da qui in poi, ottenne 5 vittorie e un pareggio. Nella stagione 1996/1997 (serie A), il Grifo si impose con un netto 3-1 grazie alle reti di Pizzi, Rapajc e Artistico (di De Vitis la rete veronese). Vittoria biancorossa anche nel 1997/1998, questa volta 2-1 (Bernardini rig. (P), Italiano (V), Matrecano (P) ).

1995/1996

Nella rassegna è stata volutamente estromessa la sfida tra Perugia e Verona del 1995/1996. Il motivo di questa scelta è perché questa non è una partita come le altre ma è una di quelle sfide che rimangono nella storia. Il 9 giugno 1996, infatti, il Perugia si gioca la promozione in serie A, conquistabile solo con una vittoria, mentre il Verona è già promosso. I tifosi ci credono e il Curi è pieno come poche altre volte. Al 32mo, i sogni del Perugia sembrano infrangersi quando il sinistro di Manetti si infila preciso sotto l’incrocio dei pali.

Gli uomini di Galeone continuano ad attaccare e a lottare su ogni pallone per conquistare la serie A e, al 32esimo, trovano il pareggio con Marco Negri dopo uno splendido assist di Beghetto. Appena due minuti dopo, è lo stesso Beghetto a portare addirittura in vantaggio il Perugia: Negri restituisce il favore con una splendida sponda e l’esterno calcia di potenza e trafigge di sinistro il portiere avversario. Il Verona, però, non molla e a 10 minuti dalla fine trova il gol del 2-2 con Tommasi bravo a risolvere una mischia creatasi sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Ma al 40esimo il Grifoni scrivono definitivamente la storia: dalla sinistra, Russo effettua un bellissimo traversone, Negri dal centro dell’area, di potenza, gira di testa in rete. 3-2 e il Curi è in visibilio. Dopo 15 anni il Perugia torna in serie A.

ANNI 2000

Nel nuovo millennio il bilancio è ancora in favore del Perugia, sebbene di poco. Dopo lo 0-0 del 1999/2000, il Grifo ottenne due vittorie consecutive: la prima fu targata Materazzi con il centrale poi laureatosi campione del mondo a regalare la vittoria agli uomini di Carlo Mazzone, mentre la seconda è più netta, 3-1 in rimonta (Frick (V), Rezaei (P), Ahn (P), Tedesco (P) ). Nel 2004/2005, invece, blitz esterno scaligero che espugnò il Curi per 0-2 con l’autorete di Del Vecchio e Bogdani.

L’ULTIMO PRECEDENTE

L’ultimo precedente risale alla 38ma giornata del campionato di serie B 2016/2017. Al Curi le due squadre si danno battaglia per due diversi obiettivi: il Perugia per consolidare la sua posizione ai play off, mentre il Verona per la promozione diretta. Nella prima frazione di gara, è il Perugia di Bucchi a fare la gara e sfiora in due occasioni il vantaggio prima con Mustacchio e poi con Dezi. Altra grande occasione è quella a fine primo tempo: un retropassaggio di Boldor sorprende il suo portiere Nicolas fuori dai pali. Con la palla diretta in porta, l’estremo difensore compie uno scatto, scivola e salva sulla linea. Nella ripresa, sono gli scaligeri a trovare la rete del vantaggio. Pasticcio tra Dezi e Belmonte, Valoti si inserisce e si ritrova a tu per tu con il portiere e la sua conclusione si stampa sul palo. La sfera rientra in area e termina sui piedi dell’accorrente Luppi che deve solo spingere la palla in rete. Il Grifo, però, non ci sta e, sul capovolgimento di fronte trova subito il gol del pareggio con una bellissima girata di testa di Dezi. Nel finale di gara, le due formazioni hanno un’occasione per parte: Brignoli compie una bella parata su Pazzini, mentre un tiro a giro di Dezi termina di poco a lato.

TABELLINO ULTIMO PRECEDENTE

PERUGIA – HELLAS VERONA 1-1 (0-0)

PERUGIA (4-3-3): Brignoli; Del Prete, Mancini, Belmonte, Di Chiara; Brighi (dal 90′ Fazzi), Gnahorè, Dezi (dall’82’ Nicastro); Mustacchio, Forte, Terrani (dal 72′ Acampora). All.: Bucchi

HELLAS VERONA (4-3-3): Nicolas; Romulo, Boldor, Bianchetti, Souprayen; Valoti, Zuculini B., Bessa (dall’83’ Zaccagni); Luppi (dal 60′ Troianiello), Pazzini (dal 72′ Ganz), Fares.  All.: Corrent

RETI: 54′ Luppi (V), 55′ Dezi (P)

ARBITRO: Juan Luca Sacchi di Macerata

NOTE: Ammoniti: Souprayen (V), Brighi (P)

COPPA ITALIA

3 i precedenti in Coppa Italia, una vittoria a testa: il Grifo vinse il match del 1994/1995 (2-0, Ferrante, Dondoni) mentre il Verona quello del 1973/1974  (1-3, (Aut. Baiardo ) pro Verona, Urban (P), Zigoni (V), Busatta (V)

Michele Mencaroni