Bisoli: dopo l’esperienza perugina il Grifo è diventato chimera

144
Bisoli: dopo l'esperienza perugina il Grifo è diventato chimera. Da tecnico avversario il romagnolo ha rimediato tre sconfitte su altettante partite contro i biancorossi

Bisoli: dopo l’esperienza perugina il Grifo è diventato chimera. Da tecnico avversario il romagnolo ha rimediato tre sconfitte su altrettante partite contro i biancorossi

Nell’ultima giornata di Serie B abbiamo parlato di un Fabio Grosso come “bestia nera” del Perugia.

L’ex Grifone, alla guida di Bari e Hellas Verona, in 4 partite ha rifilato 4 schiaffoni agli uomini in biancorosso (3-1 andata e ritorno al timone dei pugliesi e 2-1 andata e ritorno al timone degli scaligeri).

Nella prossima giornata di campionato i ruoli però si invertono. Perchè è il Grifo ad essere “chimera” di Pierpaolo Bisoli, tecnico del Padova e prossimo avversario dei ragazzi di Nesta.

Dopo la non certo positiva esperienza sulla panchina perugina, il tecnico di Porretta Terme ha affrontato da avversario il Perugia per 3 volte.

Nella stagione 2016/2017 col Vicenza è stato sconfitto con un sonoro 1-4 in Veneto per mano della banda di Bucchi (reti di Brighi, Dezi, Di Chiara e Di Carmine).

Al ritorno allo stadio Curi il fortino dei veneti è stato invece scardinato solo all’89’ da un gol di testa di Mustacchio su corner.

Anche nella stagione corrente, quando col neopromosso Padova è tornato dalle parti di Pian di Massiano, Bisoli non è risucito a portare a casa nemmeno un punto.

Sempre per colpa di una rete in piena zona Cesarini, quella di El Yamiq che fissò il risultato sul 3-2 per il Grifo.

Insomma, la tradizione sabato va rispettata. Il blitz nella tana dell’alleantore romagnolo non è di certo impossibile.

Nicolò Brillo