Camplone: “Con Oddo Grifo ancor più all’attacco”

260
Camplone:

Camplone: “Con Oddo Grifo ancora più all’attacco”. L’ex tecnico del Perugia: “Il suo calcio sulla falsa riga di quello di Nesta ma più concreto”

Ai microfoni di Sportperugia.it è intervenuto l’ex tecnico del Grifo Andrea Camplone, attualmente disoccupato e non più di qualche settimana fa accostato ancora alla panchina del Perugia.

Ma, come ben sappiamo, la corsa alla guida tecnica dei biancorossi è stata vinta da Massimo Oddo, un altro pescarese, che Camplone conosce bene anche a causa di quel preliminare play-off del 2015 contro il Pescara allora guidato dall’ex Campione del Mondo.

“Oddo propone un calcio molto offensivo – dice Camplone – A Pescara ha fatto grandi cose sia quando è entrato in corsa che nell’anno successivo quando ha vinto i play-off. Lui è un tecnico molto propositivo, sulla falsa riga mia e di Nesta. Magari rispetto a Nesta bada un po’ più al sodo e parte un po’ meno da dietro. Ma l’importante è il gioco aggressivo, lui ce l’ha nel dna. Le esperienze dopo Pescara? Bisogna vedere le situazioni che ha trovato ad Udine e a Crotone e se certe cose sono state rispettate. Questo può spiegarlo solo lui”.

E sulla possibilità sfumata di un suo ritorno al Grifo Camplone non si nasconde.

“Una terza esperienza a Perugia? Forse sarebbe stato troppo, anche se fa sempre piacere essere accostato a una grande squadra. Le voci del Monza? Nessuno mi ha chiamato, non c’è nulla di concreto, solo chiacchiere. Per ora rimango disoccupato”.

E sull’ultima stagione del Perugia…

“Il Perugia è partito per salvarsi, quindi la stagione rimane positiva. Poi i play-off sono una lotteria, anche molte favorite sono rimaste deluse. Le idee per sopperire a un budget economico più basso rispetto ad altre? Si può fare, una giusta programmazione ci deve essere. Il Perugia ci ha provato due anni fa a mettere una base con contratti anche triennali, ma qualcosa non ha funzionato. Questa strada non va però abbandonata”.

Chiusura sul mercato che verrà e su Verre.

“Il Grifo ha sotto contratto alcuni giocatori importanti, si dovrebbe ripartire da qualche certezza. Leggo anche che si tenterà di trattenere Verre. Lui per la B è un lusso e i suoi 12 gol non mi sorprendono particolarmente. Da Verre mi sarei aspettato qualcosa in più in A”. 

Intervista di Nicolò Brillo