Causa coronavirus sospeso anche il challenger di Perugia

183

Causa coronavirus sospeso anche il challenger di Perugia. Oltre a Perugia con stop fino al 13 luglio saltano Francavilla al Mare, Todi e Parma

La situazione internazionale e la diffusione del virus Covid-19 in quasi tutti i Paesi del mondo rendono ogni giorno più incerta la data di effettiva ripartenza, trattandosi di un fenomeno del tutto nuovo e difficile da gestire soprattutto nell’ambito dell’attività tennistica professionistica.

Dopo la sospensione del tennis professionistico internazionale fino all’8 giugno, Atp e WTA hanno annunciato, insieme alla definitiva cancellazione di Wimbledon, il prolungamento della sospensione di tutti i circuiti fino al 13 luglio.

Oltre a Wimbledon, la sospensione comprende gli eventi ATP di ‘s-Hertogenbosch, Stoccarda, London-Queen’s, Halle, Mallorca, Eastbourne, nonché gli eventi WTA di ‘s-Hertogenbosch, Nottingham, Birmingham, Berlino, Eastbourne e Bad Homburg. Sospesi anche oltre 50 tornei Challenger, aprendo la possibilità di estendere la stagione fino a novembre.

In una situazione ancora di difficile comprensione, dove resta in primo piano il superamento dell’evoluzione sanitaria, diventa essenziale riadattare i programmi, provando, per quanto possibile, a far scivolare il calendario degli eventi nella seconda parte dell’anno. In quest’ottica, Mef Tennis Events sta lavorando per poter ridisegnare il proprio calendario di tornei, che costituiscono il 35% dei Challenger organizzati sul territorio italiano.

“In questo momento di profonda incertezza, stiamo continuando a lavorare con dedizione e impegno per poter ripartire quanto prima con una visione chiara – afferma Marcello Marchesini, presidente di Mef Tennis Events – Con l’annuncio dello stop fino al 13 luglio, quattro dei nostri tornei Challenger (Francavilla al Mare, Todi, Parma e Perugia) sono stati ‘sospesi’ e dichiarati da ‘rischedulare’. Riteniamo ora necessario rimettere mano al nostro calendario, riprogrammando gli eventi nel modo più efficacie possibile contando sulla vicinanza degli sponsor e delle istituzioni che ci supportano da anni. Stiamo lavorando con l’Atp per poter uscire nei prossimi giorni con la nuova bozza di calendario. In questo momento abbiamo bisogno di stabilità”.

Luca Fiorucci