Centrali approssimativi, Vido e Melchiorri non al massimo

284
Centrali approssimativi, Vido e Melchiorri non al massimo. Gyomber e Cremonesi non sempre impeccabili, gli attaccanti non riescono a pungere. Bene Gabriel e Verre

Centrali approssimativi, Vido e Melchiorri non al massimo. Gyomber e Cremonesi non sempre impeccabili, gli attaccanti non riescono a pungere. Bene Verre

Le pagelle di Benevento-Perugia. A cura di Nicolò Brillo

GABRIEL 6,5: Forse sulla respinta prima del gol di Bandinelli poteva fare un po’ meglio, ma onestamente non lo riteniamo responsabile del 2-1 del Benevento. Anche perchè il brasiliano è stato superlativo in almeno un paio di occasioni quando il risultato era ancora sull’1-1.

NGAWA 6: Negli uno contro uno spesso ha la meglio. Dopo l’espulsione di Falasco viene traghettato sulla sinistra e soffre in maniera anche un po’ fisiologica le scorribande degli Stregoni.

GYOMBER 5,5: Troppo approssimativo nelle marcature degli attaccanti campani. Nelle palle aeree è apparso troppo assente. Bravo a fare muro su un paio di conclusioni.

CREMONESI 5,5: Nel primo tempo regala in maniera sbadata qualche pallone agli avversari. Denota alcuni limiti, ma tutto sommato per il resto non compie errori da matita blu. Certo, si potrebbe fare molto meglio.

FALASCO 5,5: L’intervento che ha causato la sua espulsione era senza dubbio meritevole di ammonizione ma non di un rosso. Non riesce a spingere molto, in difesa spesso arranca sotto i colpi di Tello e compagni.

KINGSLEY 6,5: Rincorre gli avversari per tutto il tempo e prova a portare avanti numerosi contropiedi. Senza dubbio il più positivo della mediana.

BIANCO 5,5: Molto pressato dai giocatori di casa che gli lasciano poco spazio per impostare.  Mette qualche pezza ma appare molto appannato quando è stato il momento di costruire. Conferma la sua attitudine di giocatore abbastanza falloso. (40′ st MOSCATI s.v.)

DRAGOMIR 6: Prova a dare una mano ai compagni con la sua tecnica e brillantezza. Quando il Grifo rimane in dieci prova a mettere qualche toppa come può.

VERRE 7: Dimostra ancora le grandi qualità balistiche che possiede con un eurogol sul quale nulla può Montipò. Nella ripresa cala leggermente dopo aver corso molto. (32′ st EL YAMIQ 6: Chiamato a dare solidità dopo che il Grifo rimane in dieci. Nel finale va vicinissimo al clamoroso 2-2, ma Montipò gli dice no.)

VIDO 5: Talvolta quasi impalpabile, perde palloni sciocchi e si intestardisce troppo cercando soluzioni egoistiche. Quando potrebbe colpire sembra addormentarsi. Torneranno tempi migliori. (23′ st MUSTACCHIO 6: Bravo a sacrificarsi in preziose coperture. Ma tutto ciò non basta per portare a casa almeno un punto.)

MELCHIORRI 5,5: Come il suo compagno di reparto questa volta non riesce a mettersi particolarmente in luce. Nel finale, prima del vantaggio beneventano, spreca una buonissima occasione.

NESTA 6: Partita decisa soprattutto da episodi e da qualche altro errore a livello individuale. L’amarezza è tanta, anche se la sensazione è che questo gruppo più di quel che sta facendo non possa fare. Il lavoro può pagare, ma a questa squadra manca probabilmente qualche elemento di spessore per fare il salto di qualità. Anche a Benevento i suoi ragazzi escono a testa alta ma con zero punti.

Le pagelle del Benevento

Montipo’ 6,5; Letizia 6,5, Volta 6,5, Billong 6, Di Chiara 6,5; Tello 6,5, Viola 6 (27′ st Buonaiuto sv), Bandinelli 7; Improta 6 (38′ st Ricci F. sv); Asencio 5,5, Coda 7. All.: Bucchi 6,5