Cip Umbria: premiati in Regione Tassi, Narcisi, Menciotti, Cecilioni e Valentini

103

I nuovi “Ambasciatori dell’Umbria, per meriti sportivi”. Cip Umbria: Premiati in Regione Tassi, Narcisi, Menciotti, Cecilioni e Valentini

Gli atleti paralimpici Gianluca Tassi (anche presidente regionale del Cip), Jenny Narcisi, Riccardo Menciotti, Ubaldo Cecilioni e Mario Valentini, commissario tecnico della nazionale paralimpica di ciclismo, sono stati nominati “Ambasciatore dell’Umbria, per meriti sportivi” questa mattina durante una cerimonia svoltasi a palazzo Donini alla presenza della presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, e del vicepresidente con delega allo sport ed al turismo, Fabio Paparelli. oltre a loro sono stati premiati altri atleti e società sportive afferenti al Coni.

“Quello di oggi è un gesto semplice ed un modo per dirvi grazie, a nome di tutta l’Umbria”.

Così hanno esordito la presidente della Regione Umbria ed il vicepresidente.

“Come Giunta regionale – hanno sottolineato Marini e Paparelli – abbiamo voluto istituire questo simbolico titolo di Ambasciatore dello Sport Umbro e lo conferiamo con molta soddisfazione perché è un titolo che ha un suo valore morale, visto il messaggio che si trasmette ai giovani ed ai giovanissimi, ed è anche una richiesta di “aiuto” per promuovere al meglio la nostra Regione ed il nostro territorio in occasione di eventi nazionali ed internazionali. I vostri successi rappresentano indubbiamente uno dei modi migliori per raccontare l’Umbria, la sua bellezza e la sua natura. Ed è questo l’impegno che vi chiediamo: di essere narratori della nostra terra per aiutarci a promuovere e sostenere l’Umbria. Siamo orgogliosi di voi e sappiate che i vostri risultati sicuramente ci aiutano anche a portare avanti una giusta politica dello sport, in particolare a favore dei più giovani, che si può realizzare attraverso la stretta collaborazione tra istituzioni, Coni e Comitato Paralimpico. Così come è avvenuto quando abbiamo deciso insieme di introdurre l’educazione e l’attività motoria nelle scuole primarie della nostra Regione, adesso dobbiamo impegnarci per fare in modo che nella nostra Regione riusciamo a fare un salto di qualità anche nell’impiantistica sportiva”.

“L’Umbria – hanno affermato la presidente Marini ed il vicepresidente Paparelli – ormai da alcuni decenni, si è dotata di una grande impiantistica che abbraccia moltissime discipline sportive e permette a migliaia di ragazzi e ragazze di praticare lo sport, alle nostre società di avere impianti di livello nazionale ed internazionale e di organizzare anche manifestazione sportive di assoluto rilievo. Oggi forse è arrivato il momento di ampliare, ammodernare e irrobustire con nuovi impianti la situazione esistente. Dobbiamo creare dunque un movimento d’opinione, con istituzioni, società sportive, campioni dello sport e mondo scolastico, che ci aiuti a far capire l’importanza di una impiantistica sportiva adeguata ed all’altezza della qualità della vita che tutti noi ricerchiamo. Occorrono fondi e programmi nazionali di investimento ed è un impegno che come Regione ci sentiamo di assumere. Intanto – hanno concluso Marini e Paparelli – in bocca al lupo per i vostri prossimi impegni, il vostro successo sarà il successo dell’Umbria”.

CURRICULUM ATLETI

GIANLUCA TASSI

Gianluca Tassi, classe 1961, è nato a Perugia e vive sulle colline del Lago Trasimeno. Mito del motociclismo umbro, ha iniziato a correre a soli 14 anni, collezionando nel tempo 16 titoli nazionali ed uno europeo di motorally. Nel 2003 ha avuto un incidente in motocicletta in Perù, dove si trovava per motivi di lavoro, con conseguente lesione spinale all’altezza delle vertebre dorsali D4 e D5 perdendo così l’uso delle gambe.

Da allora la sua vita è cambiata. Nel 2011 ha fondato una onlus “Uno di Noi” – di cui è presidente – e la Evolution Driving School, prima ed unica struttura didattica che organizza corsi di avviamento e perfezionamento alla guida di veicoli per giovani con disabilità e stage di assistenza psicologica di primo approccio alla guida assistita.

Dal 2012 milita nel Comitato Italiano Paralimpico dell’Umbria prima come responsabile dei paratleti e dal novembre 2017 come presidente. Dal 2013 fa anche il consulente, ideatore ed il tracciatore di percorsi per vari rally.

Nel 2017 ha preso parte alla “Dakar”, la gara off road più difficile al mondo che dal 2 al 14 gennaio ha toccato gli stati del Paraguay, Bolivia ed Argentina. Tassi è stato il primo italiano pilota disabile a compiere questa impresa e lo ha fatto non solo concludendola ma conquistando un onorevole 41esimo posto nella categoria auto (erano partiti in 79 e sono arrivati in 59), giungendo anche primo della classe T2.

JENNY NARCISI

Jenny Narcisi è nata il 4 settembre del 1988 a Cosenza ma è umbra di adozione. È un’atleta nazionale di ciclismo paralimpico, nata con una deformità e delle limitazioni motorie all’arto inferiore sinistro e una macrosomia allo stesso arto, una patologia che evidenzia una differenza di volume tra gli arti inferiori. Ad oggi convive con questa patologia e una paralisi dei muscoli anteriori della stessa gamba.

Nel 2017 ha vinto due medaglie di bronzo sia nella Coppa del Mondo disputata in Olanda sia in quella di Maniago. Ha conquistato un argento nei Campionato del mondo del Sudafrica.

Nel 2018 ha ottenuto un quinto posto nella Coppa del Mondo del Belgio ed il quarto posto in quella di Olanda. È giunta sesta ai Campionati del Mondo di Maniago.

RICCARDO MENCIOTTI

Riccardo Menciotti è nato a Terni il 28 settembre 1994. Ha subito un’amputazione alla mano destra e nel ha fatto il suo esordio in nazionale nel gennaio 2016 a Spalato.

Ha preso parte ai Gioche Paralimpici di Rio de Janeiro 2016 giungendo ottavo nei 100 dorso e settimo nei 100 farfalla. Sempre nel 2016 è arrivato terzo nella staffetta 4×100 mista e secondo nei 100 dorso ai Campionati Eurpei di Funchar. Nella stagione 2016/17 ai Campionati Italiani estivi ha ottenuto tre ori nei 100 dorso, 100 delfino e 200 misti. Si è classificato terzo al Tofeo Sette Colli, nella specialità 100 stile libero.

Nella stagione 2017/18 ha conquistato due secondi posti ai Campionati Italiani (100 dorso e 200 misti). È arrivato terzo ai Giochi del Mediterraneo (100 stile libero) e al Trofeo Sette Colli (100 stile libero). Ha conquistato un oro (4×100 stile libero) e due bronzi (100 dorso e 200 misti) ai Campionati Europei. Finale di stagione in grande stile con un oro al Word Serie di Lignano (100 dorso) e ai Campionati Regionali Fin (200 farfalla).

UBALDO CECILIONI

Ubaldo Cecilioni è nato a Gubbio il 19 ottobre del 1978. A 19 anni ha avuto un incidente che lo ha lasciato completamente senza vista. Dopo 20 operazioni chirurgiche ha deciso di mettersi in gioco attraverso lo sport. È diventato campione di tiro con l’arco, campione di lancio del peso e di carp fishing e infine di judo, disciplina che gli ha dato finora le soddisfazioni più grandi.

Nel tiro con l’arco dal 2007 al 2011 ha vinto 3 volte il titolo di campione italiano open (2007) ed indoor (2007 e 2011). Nel 2007 ha vinto il Meeting Internazionale Indoor di Tiro con l’arco, distanza 18 metri.

Nel 2010 è stato Campione Italiano open ed indoor di lancio del peso.

Dal 2012 ad oggi ha vinto per 7 volte il campionato italiano di judo Fispic, nella categoria fino a 100 kg. Nel 2016 ha vinto il tricolore anche in quello Csen. Ha conquistato due medaglie d’argento nel 2014: una nel torneo internazionale disputato in Lituania ed una alla Coppa italia dello Csen.

Ha preso parte a diversi raduni tecnici con la nazionale paralimpica italiana di judo. Nel 2011 ha gareggiato al Campionato Mondiale di Judo in Turchia e nel 2013 in quello Europeo in Ungheria.