Coppa Italia: la Bartoccini sfida Martignacco nei quarti di finale

    220

    Coppa Italia: la Bartoccini sfida Martignacco nei quarti di finale. Al PalaBarton domenica 13 gennaio alle 17. Gara secca per accedere alle semifinali

    Archiviata con successo anche la ‘pratica’ Sassuolo, e consolidata la testa della classifica, la Bartoccini Gioiellerie Perugia si tuffa, per la prima volta nella sua storia, nell’avventura della Coppa Italia di categoria. Domenica 13 gennaio alle 17, al PalaBarton, arriverà l’Itas Città Fiera Martignacco che contenderà alle perugine, in gara secca, l’accesso alle semifinali. Nel roster di Fabio Bovari sono presenti tre atlete che hanno già vinto il trofeo: Irina Smirnova, nel 2016 con Forlì; Luisa Casillo, nel 2012 e nel 2018 con l’Esse-Ti-Loreto e con Marignano mentre Giulia Pietrelli ha alzato la coppa nel 2011 con l’Esse-Ti-Loreto e nel 2014 con Il Bisonte San Casciano.

    “È tanto bello arrivarci – commenta il capitano della Bartoccini –, una gara secca da dentro o fuori, e ovviamente ce la metteremo tutta per proseguire il cammino e arrivare alla finale di Verona”.

    Lo staff tecnico sta preparando al meglio l’incontro, studiando le avversarie e preparando le contromisure per dare un’altra gioia al presidente Bartoccini e a tutti i tifosi che, domenica dopo domenica, seguono sempre più con passione le ‘Bronx girls’ (così preferiscono farsi chiamare le perugine).

    “Sarà una gara ‘tosta’ – commenta coach Bovari – anche perché è il primo dentro o fuori che viviamo, al di là di quelle che possono essere le partite di campionato, dove devi dimostrare sempre quello che vali qualunque siano le avversarie. Questa, invece, è una gara nella quale una squadra va avanti e l’altra torna a casa e non c’è possibilità di recuperare. Abbiamo in formazione ragazze che hanno già vissuto questi momenti e spero possano dare quel valore aggiunto per il quale le abbiamo ingaggiate. La Coppa Italia è un obiettivo non prefissato, ma al quale teniamo particolarmente perché è un prestigio sia per la società che per la città di Perugia. Quindi speriamo che queste giocatrici, che vantano un’esperienza di questo tipo, ci diano il giusto apporto per andare il più avanti possibile nella manifestazione”.