Coppa Italia: pronti per il “G4” del volley italiano

    178
    Coppa Italia: pronti per il

    Coppa Italia: pronti per il “G4” del volley italiano. La Sir arriva all’appuntamento col morale alto, Lube con Juantorena a mezzo servizio. Modena e Trento pronte a dar battaglia

    Sabato 9 febbraio e domenica 10: questa la due giorni della Del Monte Coppa Italia che avrà luogo presso Bologna all’Unipol Arena.

    Sarà ancora una volta una final four dal sapore di G4 del volley italiano.

    Nessuna sorpresa tra le partecipanti, che saranno le quattro maggiori forze della Superlega: oltre alla Sir Perugia, ci saranno Modena, Trento e Civitanova.

    Andiamo quindi ad analizzare il momento delle quattro squadre, formazione per formazione.

    SIR SAFETY CONAD PERUGIA

    Gli uomini di Lorenzo Bernardi arrivano forse con un leggerissimo vantaggio sulle altre in materia di pronostico. Ma questo conta zero in una competizione tiratissima e sostanzialmente equilibrata. In semifinale la Sir se la vedrà ancora contro Modena, già battuta domenica scorsa al Palapanini per 3-1. Gli emiliani avranno dunque meno pressione addosso, mentre De Cecco e compagni dovranno esser bravi a riconfermarsi. Tutti a disposizione di mister “Secolo”, ad eccezione di Berger che prosegue nel suo progressivo recupero. Contro i canarini si replica sabato alle ore 15,30.

    FORMAZIONE TITOLARE: De Cecco-Atanasjievic, Ricci-Podrascanin, Leon-Lanza, Colaci (L). All.: Bernardi

    ITAS TRENTINO

    Trento, dopo un mercato stellare che ha visto gli importanti innesti del libero Grebennikov, del centrale Lisinac e dell’ex Sir Russell, è già riuscita a conquistare un trofeo prestigioso, ovvero il mondiale per club battendo in finale un’altra italiana, la Lube, che rincontrerà proprio in semifinale di Coppa Italia. La formazione di Angelo Lorenzetti ha fino ad ora mostrato un gioco equilibrato e alquanto efficacie. Le difese del libero francese fanno la differenza, mentre il rendimento di Vettori e Kovacevic è senza dubbio salito rispetto alla scorsa stagione. I dolomitici sono stati in grado di strappare il primato in Superlega alla Sir schiantandola tra le proprie mura con un netto 3-0. Primato però nuovamente perso dopo l’ultima dolorosa sconfitta sempre in casa contro Civitanova (1-3). E a Bologna saranno scintille fra Giannelli & company ed i marchigiani.

    FORMAZIONE TITOLARE: Giannelli-Vettori, Lisinac-Candellaro, Kovacevic-Russell, Grebennikov (L). All.: Lorenzetti

    CUCINE LUBE CIVITANOVA

    La Lube rimane al momento una delusione. Dopo un mercato che ha visto si la partenza di Grebennikov, Candellaro e Christenson, ma gli innesti di Leal, Simon, Bruno Rezende e Balaso, si ritrova con un flop in Supercoppa, un amarissimo secondo posto al mondiale per club dopo un’impresa contro i russi dello Zenit, e una momentanea terza piazza in Superlega. Tant’è che nel frattempo ha cambiato anche la guida tecnica passando da Giampaolo Medei a Fefè De Giorgi. Per quanto riguarda la semifinale contro Trento c’è anche da considerare un paio di questioni fisiche. Il centrale serbo Stankovic sembra totalmente recuperato da un guaio muscolare all’adduttore. Va bene anche alla stella italo-cubana Osmany Juantorena che invece aveva riscontrato un versamento a livello dorso-lombare che lo ha tenuto ai box nell’ultimo match di campionato. Il problema appare superato con i controlli strumentali che non hanno evidenziato alcuna lesione. Andrà valutata però la condizione atletica, con De Giorgi che può contare anche su un Kovar in grado di dare ampie garanzie.

    FORMAZIONE TITOLARE: Bruno-Sokolov, Simon-Cester, Leal-Juantorena (Kovar?), Balaso (L). All.: De Giorgi

    AZIMUT LEO SHOES MODENA

    Gli uomini del maestro Velasco arrivano all’appuntamento con una brutta sconfitta sul groppone proprio contro Perugia. Il detto dice che vincere aiuta a vincere, ma gli emiliani hanno ora meno pressione rispetto agli umbri che vengono dati come favoriti. Molto dipenderà dalla prestazione della diagonale composta dal palleggiatore Christenson e dal grande ex Ivan Zaytsev, apparsa non al meglio delle sue possibilità domenica scorsa, e dal fondamentale del muro che ha in parte difettato contro la corazzata di Sirci. Occhio poi alla voglia di rivalsa dell’altro ex Simone Anzani che, in conferenza stampa, ha dichiarato che “è Perugia ad aver tutto da perdere”. I modenesi sono i detentori del primo trofeo stagionale, la Supercoppa. Si dice che chi si accaparra questa coppa all’inizio dell’anno, poi rimane a bocca asciutta. Mito però pienamente sfatato dalla Sir con il triplete della scorsa stagione sportiva.

    FORMAZIONE TITOLARE: Christenson-Zaytsev, Holt-Anzani, Urnaut-Bednorz, Rossini (L). All.: Velasco

    Nicolò Brillo