Falzerano c’è, Nesta non impeccabile

321

Falzerano c’è, Nesta non impeccabile. Il centrocampista è il più dinamico ed intraprendente, certi cambi forse andavano fatti prima

Le pagelle di Perugia-Lecce. A cura di Nicolò Brillo

GABRIEL 6: Nel primo tempo ci mette una pezza, ma nulla può sul colpo di testa ravvicinato di La Mantia. Non ha scampo nemmeno sul sinistro chirurgico di Falco.

ROSI 5,5: Si attesa ancora una volta sul 6 scarso/5,5. Troppo poco per uno dal suo pedigree. Cerca quantomeno di dare una mano in fase di spinta, anche se non risulta molto pericoloso. Nell’azione che ha portato al gol La Mantia non supporta Gyomber in marcatura, mentre si divora letteralmente la rete del possibile 2-2 nel finale.

GYOMBER 5,5: Nel primo gol leccese sembra avere qualche responsabilità ma in compartecipazione con Rosi. Per il resto poco da obiettare. Ma la retroguardia incassa e subisce sempre troppo facilmente.

CREMONESI 5,5: Si rivede dopo molto tempo e appare un poco arrugginito. Si becca un giallo e certe volte è troppo irruento negli interventi. La fase difensiva del Grifo, considerando l’intera gara, non riesce a giovare particolarmente dal suo ritorno in campo.

MAZZOCCHI 6: Corre tantissimo, lo spirito di abnegazione non manca. Ma sono evidenti le sue difficoltà in una corsia, quella mancina, che non è affatto sua. Come al solito si adatta come può e si dà un gran da fare. (37′ st FALASCO 5,5: Scodella qualche palla in mezzo all’area pugliese il più delle volte in maniera imprecisa.)

FALZERANO 6,5: Senza dubbio il più frizzante ed intraprendente del centrocampo biancorosso. Il gol del momentaneo pareggio è veramente un ‘bijoux’ per palati fini.

BIANCO 5,5: Sempre il solito Bianco. Tanto cuore e tanta grinta, ma davvero pochissima qualità.

DRAGOMIR 6: Sradica molti palloni dai piedi dei giocatori leccesi e prova ad alzare la testa per affiancare in regia Bianco. Sempre presente quando c’è da indietreggiare anche rapidamente. (41′ st SADIQ sv)

VERRE 5,5: Cerca di svariare molto tra linee per non risultare un riferimento troppo evidente per gli avversari. Con un terreno particolarmente difficile causa pioggia, la sua qualità non viene fuori come in altre occasioni. Si divora una buona occasione ad inizio gara. Manca forse una chiusura sul raddoppio pugliese ad opera di Falco.  (32′ st HAN 6: Esplode un tiro importante nel finale, cerca di dare un po’ di brio alla manovra del Perugia.)

VIDO 6,5: Sempre nel vivo delle azioni del Perugia. Alle volte fa scelte giuste, come in occasione dell’assist per Falzerano, altre un po’ meno. Ma la prova è tutto sommato positiva. Conferma il momento di crescita dopo Pescara.

MELCHIORRI 5,5: Non sembra nelle migliori condizioni possibili. Il terreno pesante lo ha sicuramente limitato visto un ginocchio che fa qualche “bizza” di troppo. Nel finale ha una buona occasione di testa, ma non riesce a trovare lo specchio della porta difesa da Vigorito.

NESTA 5: Qualche responsabilità in questa sconfitta potrebbe esserci. Certi cambi forse andavano anticipati. Nel finale prova a giocarsi tutte le carte a disposizione ma i suoi non sono nemmeno fortunati.

Le pagelle delle Lecce

Vigorito 6,5, Riccardi 6, Petriccione 6 (37′ st Tabanelli sv), Tachtsidis 6, Mancosu 6, Marino 6 (22′ st Arrigoni 6), Meccariello 6,5, La Mantia 7 (33’ st Palombi 6), Falco 7,5, Venuti 6, Majer 6. All.: Liverani 6,5