Ginnastica: a Perugia il master regionale

149

Ginnastica: a Perugia il master regionale. In campo la psicologa dello sport Francesca Vitali

Il valore dello sport per la crescita e lo sviluppo personale è ormai ampiamente riconosciuto e uno dei suoi obiettivi primari è lo sviluppo socio-emotivo degli atleti.  Le iniziative nell’ambito di questo sport si susseguono a ritmo serrato. Il Comitato regionale dell’Umbria della FGI ha organizzato infatti a Perugia un master, utile per il conseguimento della qualifica di tecnico regionale. Una lezione importante presso l’Auditorium dell’Istituto Cavour Marconi Pascal, presidiata dalla dottoressa Francesca Vitali che ha puntato l’attenzione e la riflessione su temi molto attuali. Una lezione dettagliata, che ha coinvolto i quindici corsisti presenti.

La docente ha saputo catturare fin da subito l’interesse della platea, grazie al modo di comunicare e alla sua competenza derivante dal ricco curriculum vitae come psicologa dello sport.

Ha spiegato come questo importante ruolo da tecnico induce, a fare delle riflessioni circa la possibilità di educare la dimensione etica e morale delle giovani generazioni, utilizzando lo sport come strumento per raggiungere questa importante finalità. Gli operatori sportivi potrebbero soffermarsi e confrontarsi su domande quali: che cos’è la regola?  Le regole sono vincoli che limitano la libertà individuale o sono delle risorse? Come gestire i giovani atleti, i genitori e le famiglie?  

Tematiche estremamente importanti affrontate in maniera egregia nel master “Motivare ed Educare con la Ginnastica – Insegnare life skills ai ginnasti” (le competenze per la vita – life skills – sono un insieme di capacità umane acquisite tramite insegnamento o esperienza diretta, che vengono usate per gestire problemi, situazioni e domande comunemente incontrate nella vita quotidiana).

Queste competenze sociali e relazionali mettono la persona in grado di fronteggiare in modo efficace le richieste e le sfide della vita quotidiana, sviluppando attitudini positive e adattative, nel rapporto con il proprio ambiente e con la propria cultura e mantenendo quindi un livello di benessere psicologico elevato.

Compiacimento è stato espresso dalla presidente del Comitato, Antonella Piccotti, presente all’incontro in rappresentanza del sodalizio umbro: “Crediamo fortemente nella formazione e di conseguenza abbiamo deciso di investire molte risorse in questo settore per noi fondamentale. Alla fine l’alta partecipazione e l’entusiasmo suscitato ci hanno ripagato di tutti gli sforzi. I master da noi organizzati sono stati sempre di altissimo livello, con relatori di grande spessore culturale che hanno trattato argomenti molto interessanti. E se teniamo conto che, in genere, ogni regione ne organizza in media due o tre all’anno, noi possiamo ritenerci dei giganti”.

Luca Fiorucci