I dilettanti del pallone umbro ragionano sul da farsi

148
I dilettanti del pallone umbro ragionano sul da farsi. Riunione 'online' tra i numeri uno della LND e del CRU assieme ai club di Eccellenza:
foto di Oreste Testa

I dilettanti del pallone umbro ragionano sul da farsi. Riunione ‘online’ tra i numeri uno della LND e del CRU assieme ai club di Eccellenza: “In campo solo con le giuste garanzie”

“Non si ricomincia se non c’è garanzia che non si correrà alcun rischio. L’alto senso di responsabilità dei presidenti del comitato dell’Umbria mi fa stare tranquillo. Si potrà giocare solo quando l’autorità sanitaria e governativa diranno che è possibile eventualmente riprendere i campionati”.

Ad affermarlo è il presidente della Lega nazionale Dilettanti di calcio Cosimo Sibilia nella videoconferenza con le società calcistiche di Eccellenza umbra.

Alla riunione “online” ha presenziato anche il presidente del Comitato Regionale Umbro Luigi Repace.

“Questo è il primo di una serie di incontri che andremo a fare con tutte le società delle altre categorie – ha detto Repace – Il futuro del campionato e i dubbi di natura economica, soprattutto sul post emergenza coronavirus, al centro del dibattito”.

Nicolò Brillo