Il Perugia ‘formato trasferta’ funziona: 3-2 al Venezia

228

Il Perugia ‘formato trasferta’ funzione: 3-2 al Venezia. Sadiq (finalmente), Verre e Melchiorri firmato il successo sui lagunari di Zenga. Qualche apprensione nel finale

Continua a funzionare il Perugia formato trasferta. A Venezia la squadra di Nesta ha raccolto il terzo successo consecutivo esterno (2-3): un vero e proprio record nell’era Santopadre. Le statistiche per un rendimento simile ci riportano alla stagione 2004-2005 quando il Grifo era guidato da Stefano Colantuono. Al ‘Penzo’ il Perugia ha messo in vetrina i pezzi migliori, Verre e Melchiorri, ha finalmente trovato il gol con Sadiq ed evidenziato le solite problematiche difensive. Tre punti importanti che consentono ai biancorossi di ritrovare un posto nei playoff.

CRONACA

Gara difficile per il Perugia, da affrontare su un campo complicato come quello del Venezia e per di più a distanza di quattro giorni dalla sconfitta interna contro il Cosenza. Nesta schiera i suoi con un 4-3-1-2 con Verre alle spalle di Sadiq e Melchiorri. A centrocampo Carraro e Falzerano con Dragomir in cabina di regia. Gli esterni sono Mazzocchi e Felicioli, centrali la coppia Gyomber-Sgarbi. E’ il Venezia a partire meglio, con i ragazzi di Zenga che sin dai primi minuti si affacciano pericolosi nell’area di rigore biancorossa. Ma è il Perugia a piazzare l’affondo decisivo. Al 12′ Verre recupera palla a centrocampo, la cede a Sadiq che dopo 35 metri percorsi in solitaria trafigge Vicario con un tiro potente. Al 18′ l’episodio che potrebbe riaprire la partita. Vrioni in contropiede salta Gabriel, che uscito a valanga non può che stenderlo. Rigore. Dal dischetto si presenta Bocalon che però si fa respingere il rigore, poi Gabriel è super chiudendo la porta sulla ribattuta. Si rimane sullo 0-1. Al 38′ la rete del pareggio. E’ Segre a incornare di testa sul primo palo, sorprendendo Gabriel, su bel cross messo dalla destra da Zampano: 1-1. Ma sull’azione successiva al gol del Venezia, Verre anticipa Vicario in uscita riportando subito il Perugia in vantaggio: 1-2. Tris Grifo! Questa volta è Melchiorri a trafiggere Vicario di testa, su assist di Mazzocchi. Si chiudono così i primi 45′, con un Perugia che senza troppi sforzi è riuscito a chiudere in vantaggio per 1-3. Il secondo tempo riparte senza alcuna sostituzione. La prima azione pericolosa se la procura Verre, che dai 20 metri tenta il tiro. Ma Vicario è attento e para in due tempi. Al 35′ il Venezia riesce ad accorciare le distanze. Di Mariano, su complice deviazione di Felicioli, beffa Gabriel. Dopo 4′ di recupero, l’arbitro pone fine alle ostilità. Il Perugia, seppur con qualche rischio nel finale, riesce ad espugnare il campo del Venezia. Tre punti d’oro per i ragazzi di Nesta, che rilanciano in classifica il Grifo.

VENEZIA – PERUGIA (1-3) 2-3

VENEZIA: Vicario; Mazan, Fornasier, Modolo, Zampano, Segre, Schiavone, Pinato (9′ st Citro), Zennaro (9′ st Di Mariano), Bocalon, Vrioni (29′ st St. Clair). A disp.: Facchin, Coppolardo, Bentivoglio, Suciu, Besea, Lezzerini, Lombardi, Rossi, Cernuto. All.: Walter Zenga

PERUGIA (4-3-1-2): Gabriel; Felicioli, Sgarbi, Gyomber, Mazzocchi (43′ st Rosi); Dragomir, Carraro, Falzerano; Verre; Melchiorri (33′ st Bianco), Sadiq. A disp.: Bizzarri, Ranocchia, Bordin, Moscati, Kouan, Vido, Han. All.: Alessandro Nesta:

MARCATORI: 12′ pt Sadiq (P), 38′ pt Segre (V), 40′ pt Verre (P), 43′ pt Melchiorri (P), 35′ st Di Mariano (V)

ARBITRO: Luigi Pillitteri di Palermo

NOTE: Ammoniti: Gabriel (P), Modolo, Fornasier (V); Angoli: 4-4; Recupero: 1′ pt; 4′ st.

Andrea Profidia