La Gryphus si arrende a un Pescara corsaro

194

La Gryphus si arrende a un Pescara corsaro. Altro tonfo per gli uomini di Marti che tra le mura amiche cedono il passo agli abruzzesi per 7-9

La Custos Gryphus Perugia cade ancora tra le mura amiche contro il Club Aquatico Pescara. Dopo un ottimo avvio di campionato i ragazzi di Marti hanno inanellato la terza sconfitta consecutiva, maturata con un 7-9 in cui le calottine di casa hanno molto da rimproverarsi tra sbavature ed errori sotto porta. La prossima settimana i Grifoni saranno ancora di scena nella loro piscina, questa volta contro il fanalino di coda Moie. Un successo sarà fondamentale per contribuire ad una tranquilla salvezza.

CRONACA

Gryphus sotto nel primo tempo. Gli abruzzesi piazzano subito due gol, mitigati dalla rete di Biancalana. Prima ed ultima segnatura del match per la boa perugina.

Nel secondo parziale i ragazzi di Marti non riescono a reagire. In attacco sbagliamo troppo e vedono il Pescara mettere un altro mattoncino verso la vittoria (1-3).

Nel terzo periodo di gioco la Gryphus sembra sprofondare. Il Club Acquatico prende le distanze con altre due marcature. Ma solo a questo punto si intravede la reazione dei perugini che provano a riprendere la gara in mano. Fagugli è ispirato e sigla una doppietta, mentre anche Grassi e Occhiucci si iscrivono al tabellino dei marcatori. Match riaperto, prima dell’ultimo tempo il punteggio è di 5-6.

Nell’ultimo parziale ci si sarebbe aspettati una Gryphus col coltello tra i denti per recuperare la lunghezza di svantaggio, ma gli uomini di Marti sono troppo imprecisi. Il Pescara ne approfitta e piazza l’allungo decisivo fino al 5-9. Tardive le reti di Castellini ed Occhiucci, buone solo per le statistiche. La partita termina 9-7 per gli ospiti.

INTERVISTE

Massimiliano Marti, tecnico della Custos Gryphus Perugia:

“Non mi è piaciuto l’approccio alla gara, i primi due tempi di fatto li abbiamo regalati. Il Pescara non ha rubato niente ed ha assolutamente meritato di vincere. Noi siamo stati troppo imprecisi tra tiri scontatissimi e passaggi sbagliati. Non c’era mordente e questo è quello che mi fa più arrabbiare. Li avevo messi in guardia sulle difficoltà del match, ma non è bastato. La prossima settimana contro il Moie inutile dire che serviranno i tre punti, ma soprattutto servirà un atteggiamento diverso”.

CUSTOS GRYPHUS PERUGIA – CLUB AQUATICO PESCARA 7-9

Parziali: 1-2, 0-1, 4-3, 2-3

CUSTOS GRYPHUS PERUGIA: Paradisi, Castellini 1, Bucci, Fagugli 2, Natarelli, Ricci, Grassi 1, Padiglioni, Brenci, Biancalana 1, Occhiucci 2, Bernardini, Cicchi. All.: Marti