La Sir è in forma: Ravenna k.o. in amichevole

92
La Sir è in forma: Ravenna k.o. in amichevole. I Block Devils lanciano segnali positivi dal test con i romagnoli nonostante l'assenza di Atanasijevic e Podrascanin

La Sir è in forma: Ravenna k.o. in amichevole. I Block Devils lanciano segnali positivi dal test con i romagnoli nonostante l’assenza di Atanasijevic e Podrascanin

Buon test per la Sir Safety Conad Perugia. I Block Devils, di fronte a circa centocinquanta appassionati saliti al PalaBarton, hanno superato 3-0 la Consar Ravenna nell’ultimo confronto amichevole programmato in questa pausa dagli impegni ufficiali prima della ripresa della Superlega giovedì 16 gennaio a Verona.

Senza i due serbi Atanasijevic e Podrascanin (rientrati a Perugia ed a disposizione da lunedì mattina), Heynen ha ruotato tutti gli uomini a sua disposizione per far prendere ritmo di gioco alla squadra e per testare alcune situazioni di gioco allenate in questo periodo.

28-26, 25-16, 25-19 i parziali dell’amichevole per i bianconeri con i due tecnici che di comune accordo hanno disputato un ulteriore set terminato pure questo a favore di Perugia 25-20.

Parziali dai quali Heynen ha avuto risposte positive dai ragazzi a partire dal servizio. Ben 12 gli ace (a fronte di soli 14 errori) messi a segno da Perugia con i vari Plotnytskyi (3 punti), Hoogendoorn, Zhukouski e Taht (tutti con 2 ace) a fare la parte del leone dai nove metri.

È piaciuto molto l’atteggiamento attento e concentrato della squadra, efficace in fase di primo attacco ed equilibrata nella correlazione muro-difesa con Russo protagonista a muro (4 “block” consecutivi nel secondo set) e con De Cecco prima e Zhukouski poi perfetti direttori d’orchestra in cabina di regia.

È Hoogendoorn il best scorer dei suoi con 13 palloni vincenti ed il 58% in attacco, 9 i palloni vincenti di Russo e Plotnytskyi, 8 (con il 67% in primo tempo) per un recuperatissimo Ricci.

Ravenna, presentatasi senza i suoi cinque nazionali impegnati nelle qualificazioni olimpiche e con Lavia presente ma non utilizzato, ha tenuto bene il campo, giocando una bella pallavolo in particolare nel primo e terzo set e mettendo in luce l’opposto classe ‘2001 Tommaso Stefani (11 punti con il 59% in attacco) ed il martello figlio d’arte Francesco Recine (10 punti con il 56% sotto rete).

A proposito di figli d’arte, viste le assenze Ravenna ha portato in panchina alcuni giovani tra cui il classe 2004 Alessandro Bovolenta, figlio dell’indimenticato campione azzurro Vigor.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – CONSAR RAVENNA 3-0 (4-0)

Set: 28-26, 25-16, 25-19 (25-20)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco, Hoogendoorn 13, Russo 9, Ricci 8, Plotnytskyi 9, Lanza 6, Piccinelli (libero), Zhukouski 2, Leon 5, Taht 3, Colaci (libero), Biglino 3. All. Heynen.

CONSAR RAVENNA: Saitta 1, Stefani 11, Cortesia 8, Bortolozzo 6, Cavuto 7, Recine 10, Marchini (libero), Batak 1. N.e.: Lavia, Bovolenta, Orioli, Baroni (libero). All. Bonitta.

Arbitri: Andrea Bellini – Ina Varfaj

Perugia: 14 b.s., 12 ace, 72% ric. pos., 32% ric. prf., 57% att., 5 muri
Ravenna: 12 b.s., 2 ace, 49% ric. pos., 30% ric. prf., 54% att., 5 muri