La Sir si deve accontentare della finale di consolazione

196
La Sir si deve accontentare della finale di consolazione

La Sir si deve accontentare della finale di consolazione, battuti nettamente nella semifinale di Champions League dai padroni di casa dello Zenit Kazan

I tricampioni in carica dello Zenit Kazan si confermano formazione fenomenale, vincono 3-0 la semifinale e raggiungono con merito la finale di Champions League. Per i Block Devils invece domenica 13 maggio sfida ai polacchi dello Zaksa (si comincia alle ore 15 italiane) per un terzo e quarto posto comunque importante.

I settemila della Basket Hall, tra cui una quarantina di Sirmaniaci, spingono forte la formazione di Alekno che trova nel servizio (10 gli ace alla fine) e nell’attacco (56% complessivo, 73% nel secondo set) delle armi micidiali con i due principali terminali offensivi Leon e Mikhailov (rispettivamente 19 e 18 punti) sugli scudi.

I ragazzi di Bernardi ci hanno provato, in particolare nel primo parziale perso di una incollatura, pagando una incisività limitata rispetto al solito dai nove metri (3 gli ace) e sotto rete (44% di squadra in attacco). Atanasijevic con 12 punti è il miglior realizzatore dei suoi, ben spalleggiato da Zaytsev (64% in attacco) e da un Podrascanin ottimo a muro (5 i punti del centrale serbo nel fondamentale). Quello che è mancato stasera ai bianconeri, al netto della forza d’urto a tratti impressionante di Kazan, è stata forse un po’ di coraggio ed aggressività anche se è chiaro che giocare spesso sotto nel punteggio contro la corazzata russa non è davvero semplice.

La sconfitta di stasera nulla toglie alla meravigliosa stagione dei Block Devils chiamati domani ad una prestazione importante che porterebbe Perugia per la seconda volta consecutiva sul podio della Champions. Soddisfazione che questi ragazzi, encomiabili per tutto l’anno, si meritano davvero.

Il tabellino.

SIR SICOMA COLUSSI PERUGIA – ZENIT KAZAN 0-3 (22-25, 20-25, 20-25)

PERUGIA: Atanasijevic 12, Podrascanin 7, Zaytsev 7, Anzani 4, Russell 2, De Cecco, Colaci(L), Berger 4, Siirila, Shaw. N.E.: Della Lunga, Ricci, Cesarini (libero), Andric. All.: Lorenzo Bernardi e Carmine Fontana.

KAZAN: Leon 19, Mikhailov 18, Volvich 7, Anderson 6, Butko 1, Samoylenko 3, Verbov (libero). N.E.: Yudin, Pantaleymonenko, Alekseev, Kononov, Krotkov(L2), Gutsalyuk. All.: Alekno e Serebrennikov.

Sir Sicoma (b.s. 10, v. 3, muri 7, errori 11)

Zenit (b.s. 18, v. 10, muri 4, errori 8)