Male il Perugia, bene Livio Marinelli

178

Male il Perugia, bene Livio Marinelli. Prestazione solida dell’arbitro laziale convincente in tutti gli episodi

La partita:

Il Frosinone batte il Perugia inanellando la quarta vittoria consecutiva. E malgrado le numerose assenze, gli uomini di mister Alessandro Nesta, hanno la prima occasione da gol della partita dove su calcio d’angolo di Ciano, l’inzuccata di Krajnc finisce fuori di un soffio. Nella ripresa il Perugia perde Gyomber: il difensore slovacco esce piangendo dopo la torsione innaturale del ginocchio. I Grifoni a questo punto si spengono del tutto e il Frosinone ne approfitta andando in rete con Rohden che fa gioire lo “Stirpe” con una bordata dal limite dell’area. Per gli uomini si Serse Cosmi buio pesto.

La prestazione:

Come, del resto, preannunciato nella scheda di presentazione dell’arbitro il fischietto di latina sfodera una grande prestazione dimostrando con i fatti di essere uno dei migliori direttori di gara del campionato cadetto. In particolare mi voglio soffermare sull’ammonizione, comminata a Ciano del Frosinone, per simulazione che hai più può sembrare routine. Nella realtà, in quella circostanza, dimostra con fare deciso e senza titubanza alcuna di prendere la decisione giusta senza nessuna esitazione. La gara da lì in poi se la porta dietro senza nessun problema dimostrando di essere pronto per la categoria superiore. Bene anche i due assistenti, poco impegnati, ma sempre sul pezzo quando chiamati in causa.

Luca Fiorucci