Nesta: “La vita da allenatore? Facile solo il primo giorno”

271
Nesta in castigo: contro il Venzia andrà in tribuna. Una giornata di squalifica ed una multa per l'allenatore del Grifo dopo l'espulsione di Cosenza

Nesta: “La vita da allenatore? Facile solo il primo giorno”. Il tecnico del Grifo: “Farò di tutto per portare Perugia in A. Ancelotti punto di riferimento, Totti amico sincero”

“È la mia grande occasione. Perugia è una piazza da Serie A, farò di tutto per portarla il più in alto possibile”.

Così si è espresso Alessandro Nesta in un’intervista concessa ai micorfoni dell’emittente televisiva Dazn.

“Se ti chiami Nesta, Gattuso, Inzaghi, solo il primo giorno fare l’allenatore è più facile – dice il tecnico romano – poi diventa molto più difficile. Il primo giorno hai una chance in più per quello che è stato il tuo passato, poi dal secondo, però, tutto è più spietato. A cominciare dai giudizi…”.

Su Carlo Ancelotti.

“E’ il mio punto di riferimento. Vorrei essere come lui anche se io, però, mi arrabbio molto di più di lui. Ma c’è da dire che quando si arrabbiava…lui si arrabbiava sul serio. Non molla niente, ha ancora fame e l’entusiasmo di un bambino”.

Sulla sincera amicizia con Francesco Totti ai tempi dei derby fra Lazio e Roma:

“Io capitano della Lazio e amico di Totti, capitano dei giallorossi. A Roma tutto ciò non era possibile, non sarebbe stato accettato. Così andavamo assieme all’estero, a giocare in nazionale, ma quando tornavamo a casa non potevamo vederci a cena”.

Nicolò Brillo