Per il Livorno anni duemila stregati a Perugia

260
Per il Livorno anni duemila stregati a Perugia. Nel nuovo millennio i labronici hanno ottenuto solo un pareggio e due pesanti sconfitte al Curi

Per il Livorno anni duemila stregati a Perugia. Nel nuovo millennio i labronici hanno ottenuto solo un pareggio e due pesanti sconfitte al Curi

Perugia e Livorno si incontreranno in terra umbra per la 16esima volta. Il bilancio dei 15 precedenti è leggermente a favore dei Grifoni. Sono infatti 5 le vittorie dei biancorossi contro le 3 dei toscani. Ben 7 i pareggi. Ma andiamo a rivivere la storia della sfida gara per gara.

ANNI ’60

Perugia e Livorno si diedero battaglia per la prima volta nel campionato di serie C 1959/1960. In quella circostanza, il successo andò ai Grifoni che si imposero per 2-1: vantaggio ospite realizzato da Mazzucchi, e risultato ribaltato grazie alle reti di Montenovo e Fortini.

Dopo questo successo le due formazioni si equivalsero in tre occasioni consecutive. Nel 1960/1961, la partita terminò con uno spettacolare 2-2 (doppietta di Daliana per il Perugia, mentre per i labronici andarono a segno Gratton e Risos).

Nel 1961/1962, invece, il risultato finale fu di 1-1 (Nenci (P), Pellis (L) ), mentre nel 1962/1963 la gara terminò a reti inviolate.

Passando, invece, alla stagione 1963/1964, registriamo il primo storico successo degli amaranto, quando una rete nella ripresa di Cartasegna stese il Grifo. Per la cronaca, Cartasegna vestì la maglia del Perugia dal 1966 al 1968.

Nel 1967/1968, il Livorno espugnò ancora una volta Perugia, sempre di misura. Questa volta a mettere il sigillo sulla sfida fu Nastasio. Successo importante, visto che questa fu la prima sfida tra le due formazioni in serie B.

Nel 1968/1969, sempre tra i cadetti, il Perugia tornò a vincere: netto 3-0, grazie alla doppietta di Ferrario e alla rete di Fava.

ANNI ‘70

Nel decennio seguente, il bilancio è in perfetta parità: 3 incontri, una vittoria a testa e un pareggio.

Andando con ordine, la prima sfida degli anni ’70 se l’aggiudicò il Livorno. In questa occasione fece tutto il Grifo, visto che a decretare la sconfitta fu un’autorete di Bacchetta. Era il 22 febbraio 1970.

Dopo lo 0-0 del 1970/1971 (serie B), i Grifoni di Guido Mazzetti conquistarono il successo per 2-0 (Innocenti, Urban). Era il 12 dicembre 1971.

ANNI 2000

Dopo il sopracitato successo della stagione 1970/1971, le due compagini si sono tornate ad affrontare 44 anni dopo.

In questa occasione, i labronici partirono forte e impiegarono appena 10 minuti per passare in vantaggio grazie a Jelenic. Il Grifo di Camplone, tuttavia, domina, ma la porta avversaria sembra stregata. Nonostante ciò, dopo numerosissimi tentativi, i biancorossi riuscirono a pareggiare i conti grazie ad un potente sinistro su punizione di Fabinho. Era il 25 aprile 2015.

Si passa poi alla stagione successiva, precisamente al 18 dicembre 2015. Gli uomini guidati da Bisoli partono forte, ma al 33’ subiscono la rete per mano del grande ex di giornata Moscati. L’episodio che fa pendere la bilancia a favore dei biancorossi arriva però a fine primo tempo, quando il centravanti labronico Comi compie una gravissima ingenuità rimediando due cartellini gialli nel giro di pochi secondi, entrambi per proteste. Nella ripresa a ristabilire la parità è Drolè. Poi traversone di Spinazzola, torre perfetta di Drolè e Ardemagni in spaccata deposita la sfera in rete. I biancorossi, quindi, dilagano. Ad entrare nel tabellino dei marcatori è anche Parigini. Tuttavia, la gioia dell’ala biancorossa dura pochi istanti: già ammonito, nella foga dell’esultanza Parigini si toglie la maglia, rimediando così il secondo giallo. Espulsione che, tuttavia, non inficia sul risultato, visto che il Grifo realizza anche la quarta rete, ancora con Ardemagni.

ULTIMO PRECEDENTE

L’ultima volta che le due squadre si sono affrontate riguarda la scorsa stagione. Al “Curi” il Livorno dell’ex Breda viene travolto da una doppietta di uno straripante Verre e dal primo gol in biancorosso di Carraro. Nel mezzo la rete, inutile, su rigore di Gori dopo un ingenuo fallo in area di Gyomber. Finisce così 3-1, era il 30 marzo 2019.

TABELLINO ULTIMO PRECEDENTE

PERUGIA – LIVORNO 3-1 (1-0)

PERUGIA: (4-3-1-2) Gabriel; Rosi, Gyomber, Sgarbi, Mazzocchi; Falzerano (43′ st Ranocchia), Carraro, Dragomir; Verre (19′ st Kingsley); Han (26′ st Vido), Sadiq. A disp.: Bizzarri, Perilli, El Yamiq, Cremonesi, Felicioli, Bianco, Moscati, Kouan, Melchiorri. All.: Nesta

LIVORNO: (3-4-1-2) Zima; Gonnelli, Di Gennaro, Boben; Valiani, Rocca, Luci, Porcino; Giannetti (8′ st Gasbarro); Raicevic (18′ st Gori), Dumitru (33′ st Canessa). A disp.: Neri, Crosta, Dainelli, Eguelfi, Fazzi, Soumaoro, Kupisz, Diamanti, Salzano. All.: Breda

RETI: 38′ pt e 17′ st su rig. Verre (P), 5′ st Carraro (P), 20′ st su rig. Gori (L)

NOTE: Ammoniti: 40′ pt Falzerano (P), 6′ st Rocca (L), 15′ st Gonnelli (L), 23′ st Sadiq (P), 29′ st Gyomber (P). Angoli: 5-4. Recupero: 1′ pt – 4′ st

Nicolò Brillo