Per la Barton Rugby Perugia sonora sconfitta esterna

103
Barton Perugia: prima gara interna del nuovo decennio. A Pian di Massiano arrivano i Cavalieri dell'Union Rugby

Per la Barton Rugby Perugia sonora sconfitta esterna. I ragazzi del coach De Angelis escono sconfitti nello scontro per non retrocedere

La sosta di campionato non ha portato i frutti sperati. Il Barton Rugby Perugia esce infatti sconfitto dallo scontro diretto contro Romagna Rfc con un netto 60-13 che non lascia spazio a dubbi. Una prestazione opaca dei biancorossi, che tornano dallo stadio del rugby di Cesena con le ossa rotta e con l’ultimo posto in classifica nel girone 3 di serie A, scavalcati proprio dai romagnoli.

Nonostante una buona partenza, con una meta realizzata da Battistacci dopo appena due minuti, i ragazzi di coach De Angelis subiscono la reazione dei padroni di casa che cominciano a prendere in mano il pallino del gioco e recuperano prontamente lo svantaggio, con una meta di Fantini trasformata da Donati. Lo stesso Donati poco dopo porta il risultato sul 10-5. Perugia risponde mettendo a segno una punizione, accorciando sul 10-8. Ma è il Romagna a dettare il ritmo e il solito Donati segna e trasforma la meta del 17-8. La partita è un monologo dei padroni di casa e il primo tempo si conclude ancora con una marcatura dei galletti, messa a segno da Villani con Donati che anche in questa occasione manda a bersaglio la trasformazione: 24-8. Nella ripresa il copione non cambia, il Romagna esce dagli spogliatoi con grande determinazione e subito mette a segno una meta con Martinelli trasformata poi da Donati, portando il risultato sul 31-8. Il Barton Perugia è alle corde e i padroni di casa ne approfittano tenendo alto il ritmo del gioco e capitalizzando al massimo ogni occasione. Prima Martinelli, poi Di Lena, Di Franco e infine Belletti vanno in meta e grazie alle trasformazioni di Donati il risultato si porta su un netto 55-8. Nel finale una timida reazione dei biancorossi porta a ridurre il passivo con una meta non trasformata, ma il Romagna risponde con l’ennesima meta, stavolta messa a segno da Fiori, per il 60-13 finale.

“Dopo soli venti minuti siamo usciti dal campo – commenta il vicepresidente del Barton Rugby Perugia Federico Bevilacqua –, i nostri avversari hanno avuto maggiore cattiveria agonistica e voglia di vincere. Non so se i ragazzi hanno capito bene la situazione critica in cui ci troviamo, adesso aspetta solo a loro dimostrare di poter dire ancora qualcosa in questo campionato. Certo, questo atteggiamento non mi fa ben sperare”. La situazione per il Barton Perugia è critica, ma ci sono ancora sei gare per sperare nella salvezza. “Ogni partita deve essere una finale – conclude Bevilacqua –. Adesso ci aspettano due match casalinghi, speriamo di far valere il fattore campo e di fare punti davanti al nostro pubblico. In settimana rientrerà Francesco Alunni Cardinali e si uniranno al gruppo due nuovi giocatori per portare esperienza alla squadra, il numero otto argentino Nicolas Sbrocco e l’utility back Marco Ferrini”.

Il prossimo impegno vedrà i ragazzi di De Angelis impegnati nel campo di Pian di Massiano contro Civitavecchia, domenica 1 marzo alle 14.30.