Perilli senza freni: “Mi reputo abbastanza spericolato”

406

Perilli senza freni: “Mi reputo abbastanza spericolato”. Il portiere si presenta: “L’uscita è più bella della parata. Dualismo con Leali? Sceglierà il mister”

Prima uscita ufficiale in conferenza stampa per il nuovo portiere del Grifo Simone Perilli. Il “ragazzone” di 195 cm, nativo di Roma ed ormai ex Pordenone, ha scelto il 12 come numero di maglia.

“Le mie caratteristiche? Me la cavo benino con le uscite e, anche se non sono un fenomeno, non faccio grossi danni – ha esordito il portiere – Ancora non sono nè carne nè pesce, non mi va di paragonarmi ad uno dei numero uno più in voga”.

Sulla scelta di Perugia ed il salto di categoria:

“Volevo salire in B a tutti i costi, ci speravo nella chiamata di un club di cadetteria. Erano già quattro anni che giocavo in Lega Pro. Sono contento di essere quì a Perugia, volevo andare in una piazza importante. Credo per un giocatore sia il massimo venire al Grifo, almeno per quanto riguarda la B, dove piazze così prestigiose e con questo tifo non sono molte”.

E sulle uscite alte, punto debole dell’ultima annata:

“Il rischio mi piace, l’uscita è secondo me più bella della parata come gesto. Mi reputo abbastanza spericolato. Poi non so come sono andate le cose lo scorso anno, ma non credo che i portieri che non uscivano siano stati la causa di tutti i mali”.

Il dualismo con Leali.

“Io lavoro per dare una mano alla squadra, poi sceglierà il mister. Feeling con Leali? Non devo averlo solo con lui, ma anche e soprattutto con idfensori ed in generale tutto il gruppo”.

E poi spazio alla quasi impresa col Pordenone in Coppa Italia contro l’Inter:

“Chi mi ha visto in quella sera sicuramente ha avuto una buona impressione. Se mi sono messo in luce con quella gara? Probabilmente sì”.

Simone Perilli, insieme al nuovo compagno di squadra Filippo Sgarbi, ha avuto anche qualche minuto di tempo per visitare il Museo del Grifo. Nella foto a fianco appare quasi stupito mentre ammira i cimeli della storia biancorossa.

Nicolò Brillo