Quella di Han è una controfigura, portiere e difesa tornano a ballare

391

Quella di Han è una controfigura, portiere e difesa tornano a ballare. Il nordcoreano irriconoscibile rispetto alla passata stagione, Gabriel e la retroguardia grandi responsabili. Ma non si salva nessuno.

Le pagelle di Cremonese-Perugia di Nicolò Brillo.

GABRIEL 4,5: Incolpevole sui primi due gol dei lombardi. Esce male sulla terze rete della Cremonese ed il quarto gol se lo fa da solo.

MAZZOCCHI 5,5: Parte subito sull’acceleratore e sfiora il vantaggio su punizione. Cala col passare dei minuti, della difesa è quello che ha meno responsabilità.

GYOMBER 5: Fa una frittata in collaborazione con Gabriel e regala l’angolo dal quale viene fuori l’1-0 a firma di Terranova. Poi va in bambola e diventa molto impreciso.

EL YAMIQ 5: Immobile sul cross che ha portato al 3-0 come tutto il resto della difesa. Oggi non dá solidità.

FALASCO 5: Quando si vede in proiezione offensiva non riesce mai ad essere ficcante dalla fascia. Svagato quando c’è da fare coperture

KOUAN 5: Imbrigliato tra la mediana grigiorossa. Non si vede quasi mai e non riesce a ripetere la prova di giovedì sera. (17′ st BIANCO sv).

BORDIN 5,5: Non riesce a fare filtro e viene troppo spesso scavalcato dal pallone. Si impegna e prova a mettere in campo tutto quello che ha. Cerca la botta da distanza un paio di volte ma le conclusioni sono tutte centrali.

DRAGOMIR 5: Prova da dimenticare. (9′ st MOSCATI 5: Prova a fare quel che può, ma non trova spazi per incursioni o imbucate).

VERRE 5: Parte subito forte, poi il Grifo imbarca e la Cremonese progressivamente si chiude. Il romano non trova più spazi e nel secondo tempo è costretto ad abbassare il suo raggio d’azione per essere più incisivo.

HAN 5: Sembra il fratello gemello dell’Han ammirato nella prima parte della passata stagione. Lento, impacciato e arruffone. Mai pericoloso. (31′ st BIANCHIMANO sv)

VIDO 5: Vedi Han. Appare a tratti quasi svogliato. Senza Melchiorri si fatica eccome.

NESTA 5,5: La sconfitta in sè non è un problema, il problema è come è maturata. Questo 4-0 potrebbe lasciare qualche strascico di troppo dopo un girone d’andata comunque positivo. La difesa è di nuovo apparsa ballerina, mentre senza Melchiorri si fa una gran fatica lá davanti.

Nicolò Brillo