Ricambio nello staff della Sir Perugia

102
Ricambio nello staff della Sir Perugia. Esce Alberto Castelli e fa il suo ingresso Francesco Cadeddu

Ricambio nello staff della Sir Perugia. Esce Alberto Castelli e fa il suo ingresso Francesco Cadeddu

Novità nello staff della Sir Safety Conad Perugia. Al posto di Alberto Castelli, che la società ringrazia per la professionalità dimostrata e per il grande lavoro profuso ed al quale augura ogni fortuna per il proseguo di carriera, arriva nel gruppo dei preparatori atletici Francesco Cadeddu.

Nato a Crema 46 anni fa, Cadeddu entra dunque a far parte dello staff di Vital Heynen e si occuperà, in coppia con il confermato Fons Vranken, della cura dei muscoli dei Block Devils.

Grande esperienza e conoscenze poliedriche per Cadeddu che bussa alla porta del PalaBarton dopo le ultime due stagioni nello staff del Fakel Novy Urengoy (curiosamente l’ultima squadra affrontata da Perugia nell’andata dei quarti di Champions prima della chiusura anticipata della stagione), dopo un lungo giro dell’Italia nel quale ha lavorato con grande profitto, tra le altre, con Cuneo, Macerata e Piacenza, e dopo varie stagioni all’estero tra Russia, Romania, Tunisia, Slovacchia ed Austria.

Ora per Francesco, sposato con Jole Ruzzini (di professione libero) e papà del piccolo Gabriele, l’approdo in bianconero. E tutta la soddisfazione per l’accordo raggiunto:

“Se sono contento? Decisamente e per una serie di motivi. Il primo è che, quando anni fa giocai per la prima volta contro la Sir Bastia in serie B1 quando ero a Castelfidardo, mi colpì molto vedere il presidente seguire sempre la squadra anche in trasferta ed esserne allo stesso tempo il primo tifoso. Si vedeva già allora che aveva grande passione, credo sia stata la spinta per la crescita della società e sono felice ora di farne parte. In secondo luogo io sono uno che odia perdere, accetto a fatica la sconfitta e penso che una società come Perugia abbia la stessa mentalità. Infine è molto gratificante andare in palestra potendo aspirare a vincere e certamente Perugia è una di quelle piazze che ha ambizioni ed aspirazioni di questo tipo. Per questi motivi ho detto sì senza pensarci. Conoscevo già Recine e questo ha agevolato la trattativa perché lo conosco, so come la pensa dal punto di vista sportivo e mi fido di lui. E poi praticamente lo staff, avendolo più volte affrontato in questi anni, lo conosco già tutto”.

Cadeddu, che come detto dirigerà le operazioni fisiche a braccetto con Fons Vranken, si dimostra estremamente curioso di lavorare con Vital Heynen.

“Sì, io e Fons saremo a stretto contatto. Per quanto riguarda Vital, intanto io sono una persona curiosa di conoscere cose nuove per principio. Credo che nella pallavolo ci sia molto da scoprire sempre e andando all’estero me ne sono reso conto. Di Vital mi piace il fatto che, a quanto dicono, fa delle cose che in Italia non si fanno, in effetti sono curioso di conoscerlo e di lavorare con lui”.

Sarà una preparazione gioco forza particolare quella di quest’anno dopo tanti mesi di forzata inattività.

“Ho parlato con Vital, ci vedremo prima del via della preparazione e ci sarà un esame fisico dei giocatori per capire come e dove lavorare all’inizio sotto il profilo atletico. Faremo delle valutazioni strutturali, ma abbiamo tutti ottimi professionisti e quindi sono certo che arriveranno tutti in condizioni buone. Fatto questo programmeremo la preparazione in base al calendario che verrà stilato ed in base ai nostri obiettivi con la precisazione che per Perugia ogni competizione è importante e quindi ogni competizione è un obiettivo. Credo che una cosa importante quest’anno sarà concentrarsi molto sulle esigenze dei giocatori. Ho già parlato con alcuni dello staff, con i fisioterapisti e vedremo come partire anche in base alle dinamiche con le quali si potrà lavorare”.