Roberto Russo: “A Milano saranno importanti muro e difesa. Occhio alla loro battuta”

    115

    Roberto Russo: “A Milano saranno importanti muro e difesa. Occhio alla loro battuta”. Conferenza stampa oggi al PalaBarton per il centrale bianconero a due giorni dal match in casa della formazione di coach Piazza. “La classifica dimostra che l’Allianz ha tutte le caratteristiche per inserirsi tra le quattro big”

    Conferenza stampa oggi pomeriggio al PalaBarton per il centrale della Sir Safety Conad Perugia Roberto Russo a due giorni dalla sfida esterna che vedrà i Block Devils domenica in campo all’Allianz Cloud contro Milano. Questi i passaggi più significativi della conferenza. Il focus è ovviamente incentrato sul match di dopodomani.

    “Il giorno dopo la vittoria in Coppa Italia con Padova è stato bello. Abbiamo preso spunto dalle cose positive che abbiamo fatto, ce ne sono state diverse soprattutto a muro ed in difesa, dobbiamo partire da questi aspetti per preparare al meglio la partita di Milano. La classifica dimostra che l’Allianz ha tutte le caratteristiche per inserirsi tra le quattro big, anche se secondo me, oltre a Milano, ci sono altre squadre che possono creare difficoltà e far bene in ogni partita, come Verona e la stessa Padova. Milano quest’anno, anche con il nuovo palazzetto, ha fatto molto bene. Se saranno delusi dalla sconfitta in Coppa Italia? Penso che possano esserlo, ma poi ogni partita fa storia a sé. Noi andremo là cercando di far bene e pensando alla nostra metà campo. All’andata in casa nostra si sono presi i tre punti, credo che siamo cresciuti molto da quel match. Domenica dal punto di vista tecnico saranno importanti muro e difesa, ma loro hanno un’ottima battuta e quindi dovremo essere bravi ed attenti anche in ricezione”.

    Il discorso poi scivola sullo stato di forma di Perugia.

    “Dall’inizio della stagione è evidente che la squadra è cresciuta molto. Abbiamo incontrato delle difficoltà e perso qualche punto per strada nelle prime giornate, adesso stiamo giocando bene, lavoriamo bene in palestra, ma ancora non siamo eccellenti. Dobbiamo migliorare ancora su tanti aspetti per continuare a crescere perché ora il livello degli avversari e delle partite salirà, a partire da Milano e poi con la Champions e la Final Four di Coppa Italia”.