Santopadre: “Sto in difficoltà ma non scappo”

370

Santopadre: “Sto in difficoltà ma non scappo”. Il presidente del Perugia torna a parlare: “Se si perde lo si deve fare a testa alta. Dobbiamo compattarci”

Massimiliano Santopadre è tornato a parlare in conferenza stampa nonostante il silenzio stampa che il Perugia Calcio ha attuato a partire da martedì.

Una conferenza stampa molto ridotta e senza alcuna domanda per il numero del club di Pian di Massiano. Questi i passi principali degli 8 minuti in cui ha parlato.

“Ho organizzato questa conferenza stampa per metterci la faccia dopo l’intervista di lunedì. La programmazione che abbiamo messo in piedi sta dando i suoi frutti in tanti altri ambiti. Non mi riesce però di salire in A. Se avessi la medicina per risolvere i problemi vi giuro che la userei.

Sto in difficoltà, dobbiamo compattarci insieme coi tifosi, con la squadra e con l’allenatore. Capisco l’amarezza dei tifosi, che va rispettata. Le critiche dei tifosi? C’è da capire che qualcosa non va in quel che facciamo.

Sono sicuro che lunedì la Nord sarà piena. Sarà una partita complicatissima e, anche se non dovesse arrivare la vittoria, voglio almeno la prestazione.

Non voglio svicolare dalle mie responsabilità, non scappo. Se le cose vanno male è per colpa nostra. Io ho scelto gli uomini, poi loro prendono le scelte secondo le loro competenze. Se le cose non vanno bene sono il primo responsabile.

Nel calcio si vince e si perde: se non si può vincere, io voglio perdere a testa alta”.

Questo il video dell’intera conferenza a cura di Roberto Settonce.

Nicolò Brillo