Sir, la gioia di Berger: “Mesi duri, ora sto bene”

147
Sir, la gioia di Berger:

Sir, la gioia di Berger: “Mesi duri, ora sto bene”. L’austriaco è tornato in campo contro Sora dopo il lungo stop per infortunio

Lunedì di lavoro fisico per la Sir Safety Conad Perugia. Chiuso il discorso sulla regular season di Superlega, con la vittoria di ieri contro Sora che ha consegnato ai Block Devls la matematica certezza del primo posto con una giornata d’anticipo, è subito tempo di rivolgere ogni attenzione al ritorno dei quarti di Champions in programma mercoledì al PalaBarton contro lo Chaumont.

Un passo alla volta, prima è giusto chiudere la storia sul bis dei bianconeri vincitori della regular season per il secondo anno consecutivo.

“Era un nostro grande obiettivo – dice coach Bernardi – considerando che vincere la regular season per due anni di fila non è mai semplice. Penso che, al di là di quello che potrà poi accedere, questa squadra abbia dimostrato durante l’anno grande regolarità ed una costanza di rendimento molto elevata. Va dato merito ai giocatori perché non è facile esprimere per così tanto tempo un altissimo livello di gioco. Ci siamo procurati un vantaggio per i playoff, adesso vediamo se riusciamo a materializzarlo concretamente”.

“Complimenti a noi – conferma capitan De Cecco – Il primo obiettivo è stato raggiunto, volevamo avere il vantaggio del fattore campo nei playoff”.

Il match di ieri contro Sora ha visto anche il ritorno in campo dopo il lungo infortunio di Alexander Berger. Rientro salutato dalla standing ovation del PalaBarton.

“È stato molto emozionante – dice lo schiacciatore austriaco – Sono felice di essere tornato in campo e sono felice di poter essere nuovamente di aiuto alla squadra. Gli ultimi cinque mesi sono stati molto duri, non è facile descriverli in poche parole. Tanto lavoro, tanto sudore, tanta fatica e tanta pazienza. Come sto? Molto bene, adesso so che sono in grado di dare una mano ai miei compagni e non vedo l’ora che arrivi la prossima partita”.

Archiviata Sora, per la Perugia targata Sir Colussi Sicoma ecco mercoledì un’altra tappa fondamentale nella stagione. Arriva lo Chaumont, sconfitto dopo mille difficoltà la scorsa settimana in Francia al tie break, per il ritorno dei quarti di Champions. In palio un posto tra le magnifiche quattro d’Europa.

“Mercoledì – dice ancora Bernardi – bisogna eliminare i black out che abbiamo, aspetto dove dobbiamo assolutamente migliorare. Sappiamo che contro determinate squadre il destino è nelle nostre mani”.

“Sarà una partita molto difficile – spiega sempre De Cecco – Loro giocano molto bene, noi siamo in un buon momento, ma siamo anche nella parte finale della stagione. Dobbiamo stare molto attenti e giocare al massimo, così sono convinto che porteremo a casa il risultato”.