Top e Flop: Chievo – Perugia

277
Falasco si becca due giornate. Il giudice sportivo non fa sconti. Il difensore salterà Livorno e Juve Stabia

Top e Flop: Chievo – Perugia. Rinascita Sgarbi e Mazzocchi, per Falasco un errore imperdonabile

Top e Flop di Chievo-Perugia. A cura di Nicolò Brillo

TOP

SGARBI: Conferma le buone impressioni di Napoli. Compie chiusure preziose e fa a sportellate quando ce n’è stato bisogno. Sui gol non ha responsabilità.

MAZZOCCHI: Vera sorpresa di questa gara. Come quinto di centrocampo si trova molto meglio che come terzino della difesa a quattro. Spinge tantissimo dall’inizio alla fine e mette in seria difficoltà Cotali. I passaggi non sono sempre azzeccatissimi, ma le impressioni sono più che buone.

FLOP

FALASCO: Si becca un 4. Senza remore. La prestazione era sufficiente, ma il rosso preso sul triplice fischio costituisce un errore imperdonabile. E Cosmi ha fatto bene a “mangiarselo” vivo.

BALIC: Troppo lento e compassato. Non si cala bene nel match e non riesce a contenre l’affondo dalla destra dal quale parte la rete dell’1-0.

Le pagelle del Perugia

Vicario 6; Sgarbi 6,5, Carraro 6, Falasco 4; Mazzocchi 7 -, Falzerano 6 +, Konate 6 (37′ st Angella sv), Dragomir 5,5 (25′ st Balic 5), Nzita 6 -; Falcinelli 6, Buonaiuto 6 (40′ st Capone sv). All.: Cosmi 6 +

Le pagelle del Chievo

Semper 6,5; Frey 6, Leverbe 6,5, Cesar 6, Cotali 5,5; Giaccherini 6 (36′ st Esposito sv), Segre 6, Obi 6; Vignato 6 (10′ st Garritano 6); Djordjevic 5,5 (19′ st Ceter 6,5), Meggiorini 6,5. All.: Marcolini 6,5