Venezia? Nella mente sempre il rigore di Allegri

370
Venezia? Nella mente sempre il rigore di Allegri. La sfida del 96 rimarrà agli annali. Bilancio complessivo ampiamente a favore del Grifo

Venezia? Nella mente sempre il rigore di Allegri. La sfida del 96 rimarrà agli annali. Bilancio complessivo ampiamente a favore del Grifo

Domenica pomeriggio al “Curi” torna il Venezia per la dodicesima volta nella sua storia. E quando si fa il nome dei lagunari la mente torna subito a quel Perugia-Venezia del maggio 1996…

Ad ogni modo il bilancio dei precedenti è ampiamente a favore dei grifoni: 9 vittorie biancorosse a fronte di due pareggi. Andiamo a rivivere la stroia questa sfida.

Anni ’30 e ’60

La prima sfida tra Perugia e Venezia risale al 28 gennaio 1934. Ad essere pignoli è giusto sottolineare che in quella circostanza il Grifo non affrontò il Venezia FC, ma quella che era denominata “Società Sportiva Serenissima”. La gara terminò 4-2 in favore dei biancorossi.

Nella stagione successiva, sempre in serie B, a vincere furono nuovamente i biancorossi di Cesare Migliorini che si imposero con un secco 2-0.

Andando avanti con la macchina del tempo si torna al 9 giugno 1968. In questa circostanza la rete di Vasco Dugini regalò l’intera posta in palio al Perugia.

Anni ’90 e ’00

Dopo l’ 1-0 del 1968, la sfida vide un’interruzione di 27 anni. Perugia e Venezia si diedero nuovamente battaglia il 9 aprile 1995. Il Grifo di Mauro Viviani proseguì la tradizione favorevole ed ebbe la meglio sui lagunari. 2-0 il risultato finale, con le marcature che portano la firma di Rocco Pagano e Giovanni Cornacchini.

E ora viene il bello. Stagione di B 1995/1996: a tre giornate dal termine, gli uomini di Giovanni Galeone sono in piena lotta per la conquista della promozione in serie A e non possono permettersi un passo falso.

La gara è molto combattuta per tutti i 90 minuti, con Andrea Mazzantini – allora estremo difensore dei lagunari – che si rese protagonista di grandissimi interventi.

Lo 0-0 tiene quasi fino alla fine, ma al fotofinish c’è l’episodio che sblocca la gara. L’arbitro Stafoggia concede ben 9 minuti di recupero, aumentando ancora di più il nervosismo dei giocatori ospiti.

Nell’ultimo minuto di questo tempo addizionale, un giovanissimo Gennaro Gattuso colpisce di testa sul secondo palo con la sfera che terminò sui piedi di Giacomo Dicara, attaccante aggiunto nel finale di partita. Il difensore tenta il dribbling e viene steso da Bortoluzzi. Calcio di rigore.

Si incarica della battuta Max Allegri, nel silenzio più profondo del Curi. Palla da una parte e portiere dall’altra. Gol. Una vittoria che probabilmente valse l’intera stagione.

Finale di gara estremamente “caldo”, con lo stesso Mazzantini, Provitali e De Angeli che si lasciarono trasportare dai nervi e si resero protagonisti di alcuni scontri sotto il tunnel che porta agli spogliatoi. Era il 26 maggio 1996.

(fonte video: retesole)

Due anni dopo (stagione 1998/1999), le due squadre si incrociarono per la prima volta nella loro storia nella massima serie. A trionfare è sempre il Perugia: 1-0 con rete di capitan Renato Olive.

Nel campionato seguente (1999/2000), sempre nella massima serie, ancora un vittoria umbra, questa volta in rimonta. Ospiti in vantaggio grazie a Filippo Maniero ma, nella ripresa, si scatena Nicola Amoruso che mette a segno una doppietta in soli 18 minuti.

Nell’annata 2000/2001, anche il Perugia di Cosmi preseguì la felice tradizione: 2-0 targato Vryzas e Rezaei. Era il 9 dicembre 2001.

Per il primo pareggio, invece, bisogna attendere il 29 novembre 2004. Si parla nuovamente di cadetteria. Nessuna delle due formazioni riuscì a prevalere: match a reti bianche.

Si passa poi ad un’alta “x”, quando il Grifo di Roberto Breda strappò un punto in rimonta. Al gol di Modolo replica negli ultimi minuti della ripresa Buonaiuto per l’1-1 finale (stagione 2017/2018).

ULTIMO PRECEDENTE

L’ultima gara tra Perugia e Venezia risale alla scorsa stagione. Il Perugia di Nesta reduce dal pareggio di Cosenza, riuscì a cogliere tre punti importantissimi ai fini della classifica grazie ad un gran gol di Melchiorri. Era il 6 ottobre 2018.

TABELLINO ULTIMO PRECEDENTE

PERUGIA-VENEZIA  1-0 (0-0)

PERUGIA (3-5-2): Gabriel; Ngawa, Cremonesi, Gyomber; Mustacchio (43’st El Yamiq), Dragomir, Bianco (44′ Kouan),Verre (25’st Moscati); Falasco; Vido, Melchiorri. A disp.: Leali, Perilli, Felicioli, Mazzocchi, Sgarbi, Ranocchia, Bordin, Bianchimano, Terrani. All.: Rubinacci

VENEZIA (3-5-2): Vicario; Bruscagin, Modolo (1’st Andelkovic), Domizzi; Zampano (10’st Litteri), Falzerano, Schiavone, Segre (40’st Marsura), Garofalo; Zigoni, Di Mariano. A disp.: Lezzerini, Facchin, Andelkovic, Coppolaro, Bentivoglio, Suciu, Fabiano, Cernuto, Citro, Litteri, Vrioni. All.: Vecchi

ARBITRO: Di Martino di Teramo (Dei Giudici-Macaddino). IV° uomo: Chindemi.

MARCATORE: 8’st Melchiorri

NOTE: Ammoniti: 32° Bianco (Pg), 41° Vido (Pg). 46′ Modolo (Ve), 18’st Andelkovic (Ve), 28’st Gyomber (Pg), 32′ Di Mariano (Ve). Spettatori: 7.256 . Angoli: 3-7. Recupero: p.t. 2, s.t. 4

Nicolò Brillo