Salto ostacoli, al Grand Prix di Montefalco trionfa l’austriaco Eder

221

All’Horses sporting club Le Lame 400 atleti da 34 Paesi per il Sagrantino tour show jumping – Si chiudono due settimane di grande sport con i numeri uno della specialità. Camilli al 2° posto

   

È l’austriaco Stefan Eder il vincitore del Grand prix internazionale 4 stelle di salto ostacoli che si è svolto all’Horses sporting club Le Lame di Montefalco nell’ultima giornata del Sagrantino tour show jumping 2022. Un’edizione, la sesta, di grande successo e prestigio a cui hanno preso parte circa quattrocento cavalieri e amazzoni provenienti da trentaquattro Paesi da tutto il mondo. L’evento che si è svolto in terra umbra, d’altronde, era l’unico concorso di carattere internazionale in programma in Italia nel weekend. La competizione che si è svolta domenica 15 maggio ha visto sfidarsi cinquanta binomi con barrage su ostacoli di altezza 1,55 metri. In dieci sono riusciti ad accedere al jump off che il binomio Eder e Dr Scapo ha chiuso senza errori con un tempo di 35,98 secondi. Al secondo posto si è classificato l’azzurro Emanuele Camilli con Chadellano Ps con un tempo di 37,27 secondi. Sul podio anche un altro atleta austriaco, Gerfried Puck, che in sella a Naxcel V si è piazzato terzo con un tempo di 38,02 secondi. In palio un montepremi di centomila euro.

Nella giornata conclusiva, sono intervenuti anche la presidente della Federazione italiana sport equestri dell’Umbria Mirella Bianconi e il presidente del Coni Umbria Domenico Ignozza.

“L’Umbria c’è di nuovo – ha commentato Bianconi –. Ho visto tanti cavalieri soddisfatti, nomi prestigiosi, atleti che vivono l’equitazione a 360 gradi e che fanno di questo sport non solo il loro lavoro, ma la loro vita. È stato un bellissimo tour. Per organizzare eventi di questa portata sono necessari impianti sportivi strutturati come Le Lame o il Regno Verde di Narni in grado di soddisfare le elevate esigenze del mondo dell’equitazione”. “Ancora una volta l’Umbria riesce a mettere insieme qualcosa di speciale – ha affermato Ignozza –. Concorso ad altissimo livello e tecnici entusiasti. Complimenti alla Federazione che ha svolto un gran lavoro e a questa infrastruttura che è da annoverare tra le eccellenze dell’Umbria”.

Nell’ambito del Sagrantino tour si sono anche svolte le selezioni per la Rappresentativa umbra alla Coppa del Presidente, in programma a Roma, a Piazza di Siena dal 25 al 29 maggio. Vi hanno preso parte Giulia Beddini, Elettra Giglietti e Matteo Russo del circolo ippico Valvasone di Corciano, Sofia Puletti della Scuderia Valmarino di Corciano, Maria Carolina Scardaoni del club ippico Regno Verde di Narni, Beatrice Lupia delle Scuderie del Castellaccio di Spello e Jury Diotallevi del centro Ippico Il Cavaliere di Foligno.

“Bilancio estremamente positivo – fa sapere Anita Santioni, rappresentante de Le Lame e consigliera regionale Fise Umbria –. Abbiamo ospitato tanti campioni: nella prima settimana soprattutto stranieri, in questa invece ci hanno raggiunto i nostri cavalieri di punta come Emilio Bicocchi, Filippo Bologni e Giulia Martinengo, tutti i numeri uno del salto ostacoli italiano”.

Si chiudono così due settimane di grande sport e non solo. Il Sagrantino tour, grazie anche all’ospitalità e agli eventi collaterali organizzati dall’Horses sporting club Le Lame, è stato, infatti, anche una straordinaria vetrina internazionale per il territorio dell’Umbria e i suoi prodotti, a partire proprio dal vino.