Sir, Recine: “Sarà un mese importante”

69
Sir, Recine:

Sir, Recine: “Sarà un mese importante”. Il direttore sportivo di Perugia: “Coppa Italia, finale di regular season e bolla di Champions: vogliamo fare bene. Ci mancano molto Atanasijevic e Russo”

Prosegue a ritmi serrati la settimana di avvicinamento della Sir Safety Conad Perugia alla quart’ultima gara di regular season in casa (diretta su Raisport a partire dalle ore 18:00 di domenica 17) contro l’Allianz Milano.

Rinfrancata dalla vittoria di Ravenna, la squadra del presidente Sirci si concentra su un mese molto importante nell’economia della stagione che vedrà i bianconeri in lizza per la final-eight di Coppa Italia, per chiudere il campionato nella miglior posizione possibile e per conquistare, nella seconda bolla della Pool B, il pass per i quarti di finale di Champions League.

Tutto questo fino all’11 febbraio, nel giro cioè di ventinove giorni filati.

Intanto a Sottorete, rotocalco settimanale di approfondimento prodotto da Tef Channel, è stato ospite il direttore sportivo Stefano Recine che ha toccato diversi argomenti.

Questi alcuni passaggi significativi, partendo dalla situazione attuale della squadra.

“Nelle ultime settimane abbiamo avuto il tempo e la possibilità di lavorare meglio e con più quantità. Dopo la sconfitta con Trento sapevamo che l’unica medicina era mettere la testa nello scatolone e lavorare ed i ragazzi lo hanno fatto con grande professionalità. La vittoria arrivata domenica scorsa a Ravenna è stata importante, abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Ora però dovremo crescere ancora perché arriveranno molte partite ravvicinate e difficili contro squadre importanti. Speriamo di poter avere tutta la rosa al completo”.

Perugia è infatti attesa come detto da una fase importante della stagione.

“La Coppa Italia di fine gennaio è una tappa importante. Non la più importante della stagione, ma comunque un trofeo a cui teniamo, come tutti del resto. Riguardo la bolla di Champions, che faremo a Perugia, sarà fondamentale vincere due se non tre partite per passare il turno ed accedere ai quarti di finale. Per quello che riguarda il finale di regular season, sono dell’idea che contino soprattutto i primi due posti, sia in chiave qualificazione diretta alla prossima Champions, sia perché ti consentono di avere il fattore campo fino all’eventuale finale. Noi ovviamente cercheremo di arrivare primi”.

Recine continua il discorso sulla rosa e le assenze dell’ultimo periodo.

“Stiamo sopportando da un po’ le assenze di Atanasijevic e Russo. Entrambi stanno migliorando, stanno proseguendo un percorso. Atanasijevic ci manca tantissimo come leadership in campo, come quantità di palloni in attacco, come qualità in battuta. E ci manca tantissimo Russo, la cui assenza oltretutto non ci ha permesso di ruotare i centrali. Il suo recupero è importante anche per salvaguardare Solè e Ricci che finora hanno tirato la carretta. Per questo motivo, se potessi chiedere qualcosa, chiederei la salute per i miei giocatori”.

Una chiosa finale su Travica, che con Recine d.s. vinse lo scudetto nella stagione 2011-2012 con l’allora Lube Macerata.

“L’ho ritrovato ancora più forte di testa. Si sta dimostrando un giocatore solidissimo, che sta lavorando duro come tutto per tornare ai livelli pre-covid, un atleta sempre positivo sia per la squadra che per l’ambiente. Siamo molto contenti di lui”.