Sir, Solè e Colaci in coro: “Sarà una finale tiratissima”

82
Sir, Solè e Colaci in coro:

Sir, Solè e Colaci in coro: “Sarà una finale tiratissima”. Il centrale e il libero di Perugia analizzano la gara di Modena e introducono la sfida con la Lube

Giorno di riposo per la Sir Safety Conad Perugia rientrata nella tarda serata di domenica da Modena dopo aver staccato qualche ora prima al PalaPanini il biglietto per Verona dove venerdì sera alle ore 21,30 e con diretta su Rai Due, sfiderà la Cucine Lube nella finalissima della Del Monte Supercoppa.

Biglietto arrivato al termine del doppio confronto con gli emiliani, biglietto arrivato soprattutto ieri sera dopo molte sofferenze e con la squadra che, sotto di due set, ha dato grande prova mentale e di maturità.

Martedì la squadra si ritroverà al PalaBarton per un paio di giorni di allenamento mirato, poi giovedì e venerdì rifiniture nell’impianto scaligero.

Sul match di ieri sera tornano due dei protagonisti in campo: il centrale argentino Sebastian Solè ed il libero azzurro Massimo Colaci.

“Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo soffrendo – dice Solè – Lo sapevamo che sarebbe stata dura, loro in casa sono partiti molto carichi, hanno battuto forte e ci hanno messo in difficoltà. Poi, dopo i primi due set, abbiamo cominciato a giocare meglio, la squadra ha cominciato a funzionare e ci siamo presi questa finale”.

“Abbiamo sofferto certamente – conferma Colaci – perché a Modena contro Modena si soffre. Credo che bisogna sempre analizzare quello che succede in campo, capire se sono stati bravi loro o se abbiamo giocato male noi. Ai giovani dico sempre che è giusto distinguere quando facciamo errori noi o grandi giocate loro. Ma passare il turno era la cosa che contava veramente. Volevamo andare in finale e ci siamo riusciti. Possiamo raccontarci quello che vogliamo, ma alla fine la cosa importante in campo è raggiungere gli obiettivi”.

Il focus ora su sposta sulla Cucine Lube avversario di tante finali nelle ultime stagioni. Ancora Solè.

“Adesso dobbiamo preparare una bella partita che sarà un grande spettacolo e che spero ci porti qualcosa di bello. Così come lo sono state entrambe le semifinali, mi aspetto una finale tiratissima, una partita da combattere punto su punto per conquistare una Supercoppa che ovviamente tutti noi vogliamo vincere”.

Sulla finale, a freddo, ecco invece il pensiero di Max Colaci.

“Credo sarà una partita molto complicata, saranno fondamentali battuta e ricezione, essendoci grandi battitori da entrambe le parti. Mi aspetto una sfida molto combattuta, vogliamo naturalmente vincere la coppa, per riuscirci dovremo fare grande gara. Tra noi e i trofei negli ultimi anni c’è quasi sempre stata Civitanova ed è giusto così perché parliamo di una squadra di grandi campioni. Ma queste semifinali di Supercoppa hanno dimostrato che ci sono quattro squadre di altissimo livello più, allargando il discorso al campionato, altre formazioni molto agguerrite”.

La chiosa finale del padrone della seconda linea bianconera è molto interessante:

“Le assenze di Atanasijevic e Russo? Se posso essere sincero, adesso mi importa poco. Ovviamente non per Bata e Roberto, giocatori che vorrei sempre in campo, che torneranno presto e che aspetteremo a braccia aperte. Ma adesso siamo in questa situazione, dobbiamo pensare a chi c’è in campo e lavorare per mettere tutti nella migliore condizione. Certamente è importante la profondità della nostra rosa e sapere di poter contare su tanti giocatori”.