Sir: tre giorni alla sfida “infinita”

101
Sir: tre giorni alla sfida

Sir: tre giorni alla sfida “infinita”. Perugia e Civitanova ancora una volta di fronte per la finale di Supercoppa

Tre giorni all’attesissima finale della Del Monte Supercoppa, tre giorni al match dell’Agsm Forum di Verona che assegnerà il primo titolo stagionale, tre giorni all’ennesimo confronto finale tra Sir Safety Conad Perugia e Cucine Lube Civitanova.

Con la squadra di coach Heynen che prosegue il suo lavoro al PalaBarton per preparare al meglio il confronto contro la formazione di coach De Giorgi (oggi e domani doppia seduta di lavoro, giovedì mattina partenza per Verona), è impossibile non pensare a come il confronto tra Perugia e Civitanova, oltre a tante sfide di grande importanza sia in Italia che in Europa, abbia deciso più volte nelle ultime stagioni la vittoria di un trofeo.

A cominciare dalla stagione 2013-2014 con le due squadre una di fronte all’altra nella finale scudetto con l’allora Lube Macerata a spuntarla in quattro partite.

Ma è soprattutto dalla stagione 2017-2018 che i 142 Km che separano Perugia da Civitanova diventano una tratta praticamente obbligata per mettere in bacheca dei titoli.

Il 2017-2018, l’anno del triplete bianconero, è praticamente un monologo con Sir e Lube una di fronte all’altra nella finale di Supercoppa (vittoria di Perugia 3-1 a Civitanova), nella finale di Coppa Italia (successo dei Block Devils 3-2 a Bari) e nella finale scudetto (quando i bianconeri la spuntano a gara 5 al PalaBarton).

L’anno seguente, stagione 2018-2019, la finale di Coppa Italia è sempre la stessa (vittoria di Perugia 3-2 a Bologna), così come lo è la finale scudetto (il tricolore lo vince Civitanova in gara 5 al PalaBarton).

Ma la “saga” non è ancora finita perché la passata stagione, quella del blocco per il covid-19, Perugia e Civitanova sono una di fronte all’altra, per il terzo anno consecutivo, nella finale di Coppa Italia (successo 3-2 di Civitanova a Bologna).

Due le costanti di tutti questi anni, le bandiere delle due formazioni Atanasijevic e Kovar presenti in tutte le finali disputate.

Venerdì a Verona il nuovo atto di questa sfida, negli ultimi anni, davvero infinita.