Aleksandra Gryka chiude il roster della Bartoccini

140
La centrale polacca è una nuova Black Angel:

La centrale polacca è una nuova Black Angel: “Qui club ambizioso e ambiente ideale. Non vedo l’ora”

 

La Bartoccini Fortinfissi Perugia completa ufficialmente il roster per la stagione di A1 2024/2025. La costruzione della rosa a disposizione di coach Giovi per la prossima annata termina con la presentazione della centrale polacca Aleksandra Gryka.

La classe 2003, già nel giro della nazionale della Polonia, arriva dopo due anni di esperienza all’LKS Commercecon Lodz, con cui si è anche laureata campione di Polonia nella stagione 2022/23.

La sua esperienza nel mondo del volley parte però nel 2016 tra le giovanili dell’LTS Legionovia Legionowo U18. Passa poi all’ SMS PZPS Szczyrk per tornare in seguito nell’Under 20 dell’LTS Legionovia Legionowo.

Nella stagione 2018/2019 si trasferisce al DPD Legionovia Legionowo, mentre nell’anno successivo passa negli U.S.A. per studiare e contemporaneamente giocare tra le fila dell’USC di Los Angeles.

Qui resta per un anno e torna subito in patria dove riparte dall’IL Capital Legionovia Legionowo per poi passare, appunto, al Lodz, dove trascorre le ultime due stagioni.

Ma andiamo a conoscere meglio Aleksandra. Quali sono i motivi che l’hanno portata a scegliere Perugia?

“Ho scelto Perugia perché è un club ambizioso con grandi progetti e obiettivi da raggiungere – afferma la centrale -. Credo nella filosofia della squadra e sono pronta ad offrire il massimo a questa società. Le persone qui sono davvero gentili e penso che far parte di questa squadra sarà un’avventura fantastica”.

Si descrive così come pallavolista…

“Gioco a pallavolo come centrale ormai da 9 anni. Durante questo periodo ho imparato molto su me stessa e su quello che devo fare in campo. Forse non sono particolarmente ‘rumorosa’, ma sono sempre concentrata nel dare il massimo e nel creare l’ambiente migliore affinché la squadra possa vincere”.

Ci racconta poi la sua carriera in brevi tappe:

“Ho iniziato a giocare a 16 anni. È successo tutto molto velocemente, Scuola di Sport, Nazionale Juniores e primi campionati vinti. Sono andata negli Stati Uniti per un anno per giocare e studiare, ma dopo che è arrivato il Covid sono tornata nel mio paese per concentrarmi sulla pallavolo. Nella mia seconda stagione da professionista ho vinto il campionato polacco e ora la mia carriera continuerà qui a Perugia. Non vedo l’ora di scrivere nuovi capitoli”.

E della nazionale polacca parla con grande entusiasmo…

“La nazionale polacca ha avuto una crescita enorme negli ultimi due anni. Come tutti possono vedere, siamo cresciute molto e miglioriamo ogni stagione, imparando dalle partite perse ma anche dai tornei vinti. È una gioia far parte di questa squadra”.

Le chiediamo poi se ha già avuto modo di incontrare i dirigenti e lo staff tecnico:

“Non sono ancora stata a Perugia di persona, ma ho chiacchierato al telefono con quasi tutti e l’atmosfera è fantastica. Non vedo l’ora di essere già lì a Perugia”.

Quali gli obiettivi personali per la prossima stagione?

“In campo vorrei perfezionare la mia lettura del gioco contro le squadre più forti, ma penso che ci siano sempre spazi per dei miglioramenti sotto tutti i punti di vista. Fuori dal campo vorrei concentrarmi sul raggiungimento di una vita più equilibrata per crescere non solo come giocatore ma anche come persona”.