Che finale scoppiettante in Lega Pro, spauracchio Padova

362
Giudice sportivo:
foto: lapresse

Scoppiettanti gare di ritorno dei quarti di finale dei playoff di Serie C, non prive di sorprese neanche in questa giornata. Passano il turno due squadre del Girone A, l’Alessandria e la “sorpresona” Albinoleffe, partita dal primo turno dei playoff di Girone, una del Girone C, l’Avellino e una sola del Girone B, a torto descritto da molti come il più competitivo, con nove delle dieci formazioni partecipanti, era il più numeroso, tutte evaporate, ad eccezione del Padova che, con molta fortuna, acciuffa per i capelli negli ultimi minuti una qualificazione poco meritata contro il Renate. Le semifinali tra Albinoleffe ed Alessandria e Padova e Avellino si disputeranno, domenica 6 Giugno le gare di andata e mercoledì prossimo, 9 Giugno, quelle di ritorno.

L’Alessandria supera uno a zero la Feralpisalò nella gara di ritorno del “Moccagatta”, pareggiando i conti con la formazione gardesana, vittoriosa all’andata con lo stesso risultato. La rete realizzata da Arrighini allo scadere del primo tempo regala, però, ai grigi la qualificazione alle semifinali grazie al miglior piazzamento “nella regulare season” nella quale incontrerà nel doppio confronto, l’Albinoleffe, con gara di andata in trasferta e ritorno al “Moccagatta”.

La sorpresa di giornata arriva dal “Ceravolo” di Catanzaro dove l’Albinoleffe vince uno a zero contro i padroni di casa e, ribaltando il pronostico sfavorevole, dopo l’uno a uno casalingo dell’andata, vola in semifinale, dove incontrerà l’Alessandria, mentre viene clamorosamente escluso il Catanzaro di mister Calabro. A decidere l’incontro la rete di Gelli a sei minuti dal termine.

Ma la sorpresa più grossa si stava per verificare all’”Euganeo”, dove il Padova, dopo aver vinto tre a uno in trasferta, era sotto tre a zero contro il Renate per le reti, tutte nella ripresa, di Galuppini, Kabashi e Giovinco. I lombardi segnavano anche il quattro a zero ad un quarto d’ora dal termine, annullato, però, per fuorigioco e colpivano un palo clamoroso a dieci dal termine, due minuti prima che Ronaldo segnasse il gol qualificazione, quello dell’uno a tre, che permette ai biancoscudati di qualificarsi per le semifinali grazie alla migliore classifica nella stagione regolare. La squadra di mister Mandorlini incontrerà l’Avellino, con gara d’andata all’”Euganeo”. Complimenti, comunque, alla squadra di mister Diana, che esce a testa alta e avrebbe meritato, più del Padova, la semifinale.

Dalla battaglia del “Druso” l’Avellino torna a casa con la qualificazione alla semifinale, resistendo stoicamente, in dieci per oltre un’ora per l’espulsione di Aloi per doppia ammonizione, alle velleità di rimonta del Sudtirol, che vince la gara per uno a zero grazie al gol allo scadere di Casiraghi, insufficiente, però, per la qualificazione alla semifinale degli altoatesini, battuti due a zero all’andata. In semifinale gli irpini affronteranno il Padova.

Playoff nazionali

Quarti di finale, ritorno

Alessandria-Feralpisalò 1-0 (and. 0-1)

Catanzaro-Albinoleffe 0-1 (and. 1-1)

Padova-Renate 1-3 (and. 3-1)

Sudtirol-Avellino 1-0 (and. 0-2)

Prossimo turno

Playoff

Semifinali, andata (domenica 6 Giugno, orari da stabilire)

Albinoleffe-Alessandria

Padova-Avellino

Danilo Tedeschini