Francesco nei Sentieri: sottoscritto il protocollo che coinvolge 16 comuni umbri

149

Via libera alla realizzazione al percorso Perugia, Assisi e alta Umbria

 

Nel corso della mattinata del 30 novembre in sala dei Notari a palazzo dei Priori 16 comuni umbri, con Perugia capofila, hanno sottoscritto il protocollo d’intesa per la realizzazione del percorso ciclo-turistico “Francesco nei sentieri”.

Presenti l’assessore allo sport del Comune di Perugia (Ente capofila) Clara Pastorelli, il rappresentante dell’Asd Francesco nei sentieri Cesare Galletti ed i rappresentanti dei Comuni aderenti ossia Assisi, Bettona, Bevagna, Cannara, Castiglione del Lago, Corciano, Gubbio, Lisciano Niccone, Magione, Montone, Passignano, Spello, Tuoro, Umbertide, Valfabbrica.

“Sono ormai sei anni – spiega l’assessore allo sport Clara Pastorelli – che la ciclostorica lavora con l’Amministrazione comunale per lo sviluppo del territorio. Oggi finalmente portiamo a compimento parte del percorso grazie alla sottoscrizione del protocollo da parte di ben 16 comuni umbri: un modo condiviso per valorizzare le bellezze che i nostri borghi sono in grado di offrire”.

Il ciclismo storico, in questo ambito, può essere di aiuto consentendo a turisti ed appassionati di conoscere scorci meravigliosi dell’Umbria e sfaccettature che spesso non si riescono a cogliere.

“Ci complimentiamo, quindi, con l’Associazione Francesco nei sentieri per questo primo risultato e per il lavoro certosino che consentirà di unire, non solo idealmente, i comuni aderenti rendendo vitali anche gli angoli più nascosti”.

L’assessore Pastorelli ha confermato che obiettivo del protocollo è di creare una stretta sinergia tra enti per poter far conoscere la parte del territorio coinvolta ma con l’obiettivo di allacciarsi alla vicina Toscana e, dunque, intercettare flussi turistici.

“Tutti insieme vogliamo ora interfacciarsi con la regione dell’Umbria, affinché la promozione turistica possa varcare i confini dei singoli comuni assumendo una valenza regionale”.

Il percorso ciclo-turistico permanente Perugia-Assisi ed alta Umbria, dunque, sarà presto una realtà. Il progetto promosso dall’associazione sportiva dilettantistica perugina “Francesco nei sentieri”, grazie all’odierna sottoscrizione del protocollo, consentirà di procedere alla realizzazione del tratto che collegherà appunto il capoluogo umbro e Assisi, toccando altri comuni come Bettona, Bevagna, Cannara e Spello, nonché una serie di altre località e borghi storici, con diramazioni che consentiranno di raggiungere molti tra i principali comuni umbri: quali Gubbio, Valfabbrica, Umbertide, Montone, Tuoro sul Trasimeno, Lisciano Niccone, Castiglione del Lago, Passignano sul Trasimeno, Magione, Corciano.

Il progetto, sostenuto anche attraverso un contributo della Fondazione Cassa di Risparmio, rappresenterà un vero e proprio fiore all’occhiello per il territorio regionale, essendo il più ampio come superficie e per comuni coinvolti. Il percorso consentirà inoltre una maggiore vicinanza alla Toscana, dove ‘Francesco nei Sentieri’ mantiene collaborazioni importanti con realtà di livello nel settore ciclistico, come l’Eroica.

L’idea di un percorso ciclo turistico permanente è frutto di un lungo lavoro di ricerca da parte dell’associazione, peraltro sperimentato “sul campo” nel corso delle cinque edizioni della omonima manifestazione cicloturistica d’epoca, Francesco nei sentieri, svoltasi ogni anno a partire dal 2016, con il supporto e il patrocinio del Comune di Perugia.

L’associazione perugina, presieduta da Cesare Galletti, punta a far sì che il percorso possa poi essere arricchito ed ulteriormente sviluppato in sinergia con i Comuni, con personalizzazioni di arredo e piccole diramazioni allo scopo di rendere accessibili ulteriori proposte culturali, storiche, architettoniche, paesaggistiche o percorsi sportivi già esistenti, anche attivando collaborazioni con le associazioni locali. Senza sottovalutare l’importante funzione di ‘via di penetrazione’ con le zone ad alta appetibilità turistica del senese, del Lago Trasimeno e della Alta Valle del Tevere.

Un’iniziativa dall’alto valore sportivo, turistico e naturalistico, che consentirà alle città, ai paesi e ai borghi della regione, ricchi di cultura e tradizione, di essere ancora più vicini, facilmente raggiungibili e godibili attraverso percorsi emozionanti e privi di rischi legati al traffico.

Cesare Galletti, presidente Asd Francesco nei sentieri:

“Finalmente abbiamo firmato il protocollo d’intesa tra i Comuni del percorso permanente dell’Alta Umbria che, cosa fondamentale, collegherà l’Umbria ai circuiti toscani. Questo ci permette di intercettare e scambiare capacità di accoglienza turistica con la Toscana, perché la condivisione è importante specialmente con una regione che ha più esperienza di noi in questo tipo di eventi. Da qui poi partirà l’iter di ufficializzazione delle strade coinvolte con l’approvazione dei Comuni ma siamo molto contenti che questo primo, importantissimo, passo sia stato compiuto. Ci occupiamo di ciclismo storico, un ciclismo particolare che coinvolge molto gli aspetti culturali e ciclisti di tutte le età perché non è un ciclismo agonistico. Noi confidiamo molto nella possibilità di dare dei riferimenti precisi ai turisti che vengono da fuori. I percorsi sono fatti su strade preesistenti però poco trafficate, che non coinvolgono centri commerciali, agglomerati industriali, oppure abitativi di scarso valore, ma che invece abbiamo una valenza panoramica, paesaggistica e culturale”.