I Trofei Motoestate infiammano il “Borzacchini”

502
Più di 160 piloti hanno partecipato alla tappa del circuito di Magione 

Più di 160 piloti hanno partecipato alla tappa del circuito di Magione

 

I Trofei MP Motoestate hanno fatto tappa sul tracciato di Magione per il terzo round stagionale.

Dopo 15 anni di assenza è stato un bel ritorno sul tracciato umbro per la kermesse più longeva d’Italia. Oltre 160 piloti hanno dato vita al weekend di gara, colorando il paddock del Borzacchini, come da tempo non accadeva per le due ruote.

Le temperature bollenti hanno reso ancor più difficile il lavoro di team e piloti, alla ricerca della miglior messa a punto meccanica e fisica. Belle gare quelle andate in scena nella domenica di Magione.

Il primo start della giornata è stato quello della 125 e Moto4, categoria propedeutica che ha saluto il successo di Trubia, primo assoluto e della Moto4.

Alle sue spalle Magnanelli, secondo assoluto e primo della 125 sp mentre Bardelli ha chiuso terzo e conquistato la 125 Open. A completare il podio della sp Carpina e Krstev. Mentre nella Open seconda piazza per Bragagni, all’esordio in pista, e Cambioni, terzo.

Nella seconda gara l’assoluta se l’è presa Magnanelli che ha battuto sul filo dei centesimi il giovanissimo della Moto P, Federico Trubia, Terzo assoluto Bardelli e primo della Open. Magnanelli sempre più leader della 125 sp ha preceduto Krstev e Muttoni. Mentre nella Open secondo posto a Cambioni, davanti a Tedesco.

Doppia gara anche per la Supermono con affermazione di Raimondi, scappato fin dalle prime curve, davanti a Casalboni e Bianchi. Nella seconda contesa vittoria per il giovanissimo Ameli, bravo a piegare la resistenza del leader di campionato Raimondi. A completare il podio Casalboni.

Affollata come sempre la 300 ClasseVIva, ha offerto un bello spettacolo e prestazioni interessanti. A vincere è stato il sudafricano del team 2R Louirrier Dorren, wild card per l’occasione, che è riuscito a prendere fin dai primi giri un buon margine sugli avversari.

Alle spalle del numero 200 un grandissimo Mattia Sorrenti, che rafforza la leadership in campionato dopo una gara costante e in crescendo. Fuggiti primi due, la bagarre per il terzo posto è stata spettacolare con Lisci che ha avuto la meglio su Zannoni, Bollani, Paoloni e Lorenzini in un ultimo giro da cardiopalma.

Avvincente la 600 con Travagliati vincitore, ma Balella, in crescendo, ci ha provato fino alla fine a insidiare il pilota della Phantom.  Al terzo posto assoluto Amati, primo della Coppa Umbria, mentre per quanto riguarda il Motoestate l’ultimo gradino del podio è andato al leader di campionato Gioia.

Nella 600 Stock vittoria di prepotenza di Osler, quinto assoluto, davanti a Tomio e Girardi. Mentre nella Coppa Umbria vittoria di Amati davanti a Luzzi e Milisci.

Nella classe 1000, il padrone di casa ed ex pilota mondiale, Alessio Velini ha dettato legge facendo sua l’assoluta e la Coppa Umbria. Alle spalle del pilota umbro Lo Bartolo, che vince la prima gara in stagione della 1000 Motoestate, dopo avere piegato la resistenza di Bartolini, che rimane saldamente al comando del campionato. Terza piazza per Massimo Boccelli, al ritorno sul podio, mentre sfortunato Cristini fuori mentre aveva la terza posizione a portata di mano.

Race Attack 600 nel segno di Marco Como, vincitore di entrambe le manche e dunque a punteggio pieno che gli vale la testa della classifica con un buon margine di vantaggio, grazie anche al doppio zero di Benedet, fuori anzitempo. Seconda piazza di giornata per Coletto che ha preceduto, per miglior differenza piazzamenti, Bettella, terzo.

Nella classifica Challenge primato per Cristini davanti a Bassi e Copponi, nella Rookies Pantella ha messo alle spalle Bandiera e Alba.

Nella Race Attack 1000 giornata no per il leader Valsecchi, che ha raccolto solo un piazzamento. Mentre Pellegrinelli e Voch hanno fatto la voce grossa chiudendo primo e secondo, ma con stessi risultati, un primo e un secondo di manche.

Poi vittoria a Pellegrinelli per miglior risultato in gara 2. Podio completato da Fabbretti, che ha beffato Scaltritti, per miglior piazzamento. I due sono stati primo e secondo della challenge. Nella Rookies affermazione per Paris, che ha preceduto Cortesi e Proietti.

Papa ha fatto suo l’alloro della Naked, agevolato anche dall’uscita di Gollinelli, davanti a Marzo e Sessolo.

Nei trofei a fianco del Motoestate, doppia vittoria di Bartolini nella spettacolare BDB (aperta a tutte le moto bicilindriche). Il romagnolo in gara 1 ha avuto la meglio su Vocaturi e Cantalupo, nella seconda sfida, ha battuto la resistenza di Cantalupo e Vocaturi. Nella RBF vittoria di Caffagni davanti a Zecchinati e De Giovanni.

Bella anche la OCTO CUP aperta ai ragazzi diversamente disabili. Ben 14 piloti al via ed emozioni. La vittoria è andata Bertolasio che ha messo alle spalle Arnoldi e Forgione.

Prossimo appuntamento con il Motoestate, il prossimo 7 agosto a Varano, per la quarta sfida stagionale.