L’Acea dura solo un tempo, Catania passa a Pian di Massiano

261

La squadra di Fabiani ancora sconfitta. I siciliani rimontano nella ripresa e si prendono l’intera posta in palio (23-31). Il tecnico biancorosso: “Buona prestazione, paghiamo a caro prezzo alcuni errori”

 

Quinta sconfitta su sei partite di campionato per l’Acea Rugby Perugia. Dopo il ko rimediato a Roma, la squadra di coach Fabiani è caduta tra le mura amiche sotto i colpi del Rugby Club Amatori Catania (23-31). Un risultato forse troppo pesante per una squadra, quella biancorossa, che è partita davvero bene e che ha pagato a caro prezzo gli errori di gioventù. La prima frazione, infatti, si è chiusa con l’Acea in vantaggio (13-10) e capace di fornire buone trame di gioco. Al 5’ Faina ha centrato su punizione i primi tre punti e poco Rossetti ha messo a terra la meta (non trasformata dallo stesso Faina) che è valsa il +8. La reazione di Catania non si è fatta attendere con Samperi (8-5), ma Perugia ha di nuovo allungato le distanze con Tenerini (meta non trasformata), per il vantaggio all’intervallo (13-10). Nella ripresa la partita è cambiata: Catania ha fatto valere la sua maggiore esperienza e l’Acea ha subito la rimonta. I siciliani sono andati a segno per ben tre volte nei primi ventidue minuti (16-31), mettendo al sicuro la vittoria. Perugia ha cercato in tutti i modi di colmare il gap, ma la reazione è arrivata troppo tardi e la meta di Grossi è servita solo per arrotondare il tabellino. Con questa sconfitta, la squadra di Fabiani resta ferma a quota 5 in classifica, occupando momentaneamente la penultima posizione del girone 4 di serie B. Prossimo impegno, domenica 25 novembre in casa dell’altra squadra di Catania, il Cus Rugby.

INTERVISTE

Michele Fabiani, coach Acea Rugby Perugia: “Dispiace per la sconfitta perché i ragazzi hanno fornito una buona prestazione. Molto bene nel primo tempo, un po’ meno nella ripresa. Stiamo lavorando con sacrificio, ma paghiamo ancora degli errori di gioventù. Spesso affrontiamo squadre con degli elementi che hanno almeno 6-7 campionati sulle spalle in più dei nostri ragazzi. La salvezza? Io ci credo, presto verremo fuori da questa situazione”.

Nicolae Trestian, atleta Acea Rugby Perugia: “Siamo rammaricati per il risultato, soprattutto per quello che abbiamo fatto nel primo tempo. Ci stiamo impegnando molto, ma evidentemente dobbiamo dare di più”.

TABELLINO  

ACEA RUGBY PERUGIA – RUGBY CLUB AMATORI CATANIA 23-31 (13-10)

Marcature: 5’ Faina c.p. (P), 18’ m. Rossetti (P), 25’ m. Di Bella (C), 36’ m. Samperi (C), 40’ m. Tenerini (P), 44’ m. Palmieri tr. Borina (C), 54’ m. Palmieri tr. Scarpaci (C), 58’ c.p. Faina (P), 64’ m. Zuccarello tr. Scarpaci (C), 80’ M. Grossi tr. Faina (P)

ACEA RUGBY PERUGIA: Lucenti, Cintioli, Lopez, Ragna, Tenerini, Faina, Bevagna, Rossetti, Vacca, Trestian, Lucarelli, Presciutti, Caruso, Gomez, Grossi. A disp.: D’Alba, Gatti, Mucciaccio, Zepparelli, Masotti. All.: Fabiani

RUGBY CLUB AMATORI CATANIA: Borina, Aiello, Puglisi, Sapuppo, Tomasino, Scarpaci, Smiroldo, Palmieri, Zuccarello, Cosentino, Di Bella, Ingrassi, Samperi, Angelica, Latino. A disp.: Ardito, Spolgiano, Rosalia, Caruso, De Maria, Sanfilippo, Scinardo. All.: Delfino

Arbitro: Daniele Ambrosio di Napoli