Serie B: tutti gli allenatori della nuova stagione

202
Dieci conferme e dieci novità sulle panchine della cadetteria

Dieci conferme e nove novità sulle panchine della cadetteria. Reggina unica ancora indecisa

   

Dieci conferme e nove novità: questo il bilancio delle panchine della Serie B 2022/2023. Unica incertezza per quanto riguarda la guida della Reggina, reduce da questioni societarie complicate ma che sembrano terminare positivamente.

Ascoli: Bucchi (nuovo)
Andrea Sottil, attratto dalle sirene della massima serie, ha lasciato le Marche per accasarsi all’Udinese. Dopo alcuni giorni di valutazione, il patron Pulcinelli ha scelto di dare una nuova chance in B a Cristian Bucchi, reduce dalla non felicissima esperienza in terza serie con la Triestina.

Bari: Mignani (confermato)
Il tecnico vincitore del girone c di Serie C è stato confermato a pieni voti sulla panchina dei galletti.

Benevento: Caserta (confermato)
Nonostante un campionato non esattamente in linea con le aspettative di piazza e società, l’ex tecnico del Grifo Fabio Caserta è stato confermato al timone dei sanniti. Vigorito sceglie la strada della continuità tecnica per dare nuovamente l’assalto alla A.

Brescia: Clotet (nuovo)
La piazza lombarda è ormai abituata alla solita girandola di allenatori orchestrata dal presidente Cellino che decide di non confermare Corini e di puntare sullo spagnolo Clotet, nella passata stagione alla Spal prima dell’esonero che portò Venturato a Ferrara.

Cagliari: Liverani (nuovo)
Dopo la clamorosa retrocessione di maggio scorso, i rossoblù sembrano intenzionati a fare piazza pulita (o quasi). Novità anche in panchina con l’arrivo dell’ex Ternana, Lecce e Parma Fabio Liverani.

Cittadella: Gorini (confermato)
Scelte precise, mirate e intelligenti. E così il Cittadella decide di confermare Gorini che, nella passata stagione, ha condotto gli amaranto a una tranquilla salvezza e alle soglie della zona preliminari play-off.

Como: Gattuso (confermato)
Possiamo tranquillamente affermare che il Como non ha brillato nell’ultimo anno, in relazione soprattutto ai nomi che aveva in attacco. Tuttavia la proprietà lariana sceglie di proseguire il proprio rapporto con Gattuso  che disputerà così la terza stagione consecutiva nella località lacustre.

Cosenza: Dionigi (nuovo)
La programmazione e la lucidità non sembrano albergare nemmeno a Cosenza. Via Bisoli, dopo la miracolosa salvezza ottenuta al play-out, e dentro un nuovo tecnico. Sarà Davide Dionigi a guidare i lupi della Sila.

Frosinone: Grosso (confermato)
Il Frosinone è rimasto fregato al fotofinish per mano del Perugia che gli ha strappato l’ottavo posto all’ultima giornata. Patron Stirpe affiderà comunque la squadra ancora a Fabio Grosso.

Genoa: Blessin (confermato)
Mister ‘X’ Blessin (soprannominato così per la quantità industriale di pareggi che ha portato in dote nell’ultima stagione al grifone) è stato confermato alla guida del Genoa dalla nuova proprietà insediatasi proprio nella scorsa triste stagione che ha visto i liguri tornare in B. Il tedesco, che non ha certo convinto la critica nella sua prima apparizione italiana, saprà rifarsi in cadetteria?

Modena: Tesser (confermato)
Anche il tecnico vincitore del girone b di Serie C è stato confermato sulla panchina del Modena. Tanta esperienza ed equilibrio per i canarini che ambiscono a un ruolo da protagonisti.

Palermo: Baldini (confermato)
Dopo una parabola discendete che lo ha visto scomparire dal radar del grande calcio, Baldini è tornato alla ribalta alla guida del Palermo. Fresco vincitore dei play-off di C, proverà il doppio salto con i rosanero.

Parma: Pecchia (nuovo)
Dopo aver conquistato la A con la Cremonese, saluta tutti e sceglie il sempre ambizioso progetto tecnico del Parma. I ducali vogliono rilanciarsi dopo un anno davvero deludente.

Perugia: Castori (nuovo)
Ennesimo avvicendamento di fine stagione alla corte di Santopadre. Prima Alvini sì, poi Alvini no. E alla fine la spunta l’esperto Castori, bestia nera del Grifo da avversario.

Pisa: Maran (nuovo)
Ultimo tra i club di B a scegliere il tecnico. Per far fronte alla fine del ciclo di Luca D’Angelo, i nerazzurri si sono affidati all’ex Chievo e Cagliari Rolando Maran.

Reggina: Stellone (confermato?)
Unica panchina della B a non avere ancora un padrone. Le vicende societarie dei calabresi sembrano terminare con un lieto fine. Ora la conferma di Stellone?

Spal: Venturato (confermato)
Dopo la salvezza ottenuta nelle ultime giornate dell’ultimo campionato, Tacopina sceglie di affidarsi ancora a Venturato (scelta saggia a nostro avviso). Se dal mercato arriveranno atleti funzionali al gioco dell’ex Cittadella, la Spal potrebbe essere un’autentica mina vagante.

Sudtirol: Zauli (nuovo)
Unica neo-promossa a cambiare tecnico. Out Javorcic e dentro Lamberto Zauli, reduce dall’esperienza alla Juventus Under 23.

Ternana: Lucarelli (confermato)
Tralasciamo la lettera di intenti proposta dal presidente Bandecchi e “sposata” da Lucarelli a fine stagione… Fatto sta che i rossoverdi punteranno alla A per stessa ammissione del suo patron: il primo tassello è stata la conferma dell’allenatore delle ultime due annate. Scelta giusta? Ai posteri l’ardua sentenza.

Venezia: Javorcic (nuovo)
I lagunari ripartono dalla B puntando sul tecnico croato che ha portato il Sudtirol per la prima volta in cadetteria.

Nicolò Brillo