L’avversario: è una Reggina in palla

136
La formazione calabrese reduce da due vittorie. Attenzione all'ariete Galabinov e all'estro di Menez
foto: LaPresse - Paola Garbuio

La formazione calabrese è reduce da due vittorie. Menez-Galabinov la coppia gol, ma occhio al turn-over

 

Il Perugia, nel turno infrasettimanale di giovedì 28 Ottobre, affronterà al “Curi” una delle formazioni più in forma del momento.

Parliamo chiaramente della Reggina, terza in classifica con 16 punti in ex aequo con Benevento, Lecce e Cremonese (sesta solo per differenza reti) e reduce da due successi contro Vicenza (0-1) e Parma (2-1).

La formazione calabrese, allenata da Mister Aglietti, ha sin qui siglato 10 reti incassandone 8.

Parliamo infatti di una squadra “muscolare” e grintosa che fa dell’equilibrio e dell’organizzazione la sua caratteristica principale.

I nomi di rilievo non mancano nella rosa amaranto. L’ex Di Chiara presidia la fascia mancina, mentre il centrocampo è nelle mani di Hetemaj e Crisetig.

In attacco attenzione all’estro e alla fantasia dell’ex Roma e Milan Menez e alla vena realizzativa di Galabinov che più di una volta ha punito il Grifo in passato. I due hanno siglato, insieme, 7 delle 10 reti complessive dei calabresi.

Tuttavia, stando a quanto riportato dalle testate locali, i due potrebbero anche partire dalla panchina in ottica di un turn-over. Eventualmente, chi al loro posto?

Cortinovis potrebbe agire sulla trequarti con l’ex Ternana Montalto (inutile ricordare la sua esultanza provocatoria al “Curi” in un Perugia-Venezia) che si gioca la maglia con Galabinov.

PROBABILE FORMAZIONE

Reggina: (4-2-3-1) Micai; Lakicevic, Cionek, Stavropulos, Di Chiara; Crisetig, Bianchi; Ricci F., Cortinovis, Bellomo; Galabinov (Montalto?). All.: Aglietti

PRECEDENTI

Sono 16 i precedenti in terra umbra tra le due formazioni. Il bilancio è di 8 vittorie biancorosse, 3 degli amaranto e 5 pareggi.

L’ultima volta che le due squadre si sono incontrate al “Curi” era l’ultima stagione di A per il Grifo (2003/2004). Il match terminò senza reti.

ARBITRO

Sarà Giacomo Camplone della sezione di Pescara a dirigere la sfida. A coadiuvarlo gli assistenti Mattia Scarpa di Reggio Emilia e Nicolò Cipriani di Empoli.

Quarto ufficiale sarà Tommaso Zamagni della sezione di Cesena. Al Var Luca Banti di Livorno, AVAR Pasquale Capaldo di Napoli.

Nicolò Brillo