Non c’è due senza tre: Bartolini ancora alla Bartoccini

129
Il club perugino conferma la centrale di Cecina, sarà il terzo anno in maglia Black Angels per la classe '99

Il club perugino conferma la centrale di Cecina, sarà il terzo anno in maglia Black Angels per la classe ’99

 

Altra conferma per la Bartoccini Fortinfissi Perugia in vista della prossima stagione. Dopo gli annunci delle permanenze di Imma Sirressi, Asia Cogliandro e Maria Irene Ricci, arriva anche quello di Benedetta Bartolini. La centrale di Cecina vestirà per il terzo anno consecutivo la maglia delle Black Angels.

Ormai la carriera di Benedetta la si conosce abbastanza bene, ma andiamo a rinfrescarla velocemente: la classe ’99 è un prodotto del settore giovanile di Volleyrò. Con la formazione romana ha infatti militato in B1 dal 2014 al 2017 per poi passare in A2 con la Golem Olbia nella stagione 2017/2018.

Nelle successive due annate veste la divisa della Ipag S.lle Ramonda Montecchio, mentre nel 2021 arriva il grande salto in A1 con la Savino Del Bene Scandicci.

Nel 2022 ecco che Bartolini approda a Pian di Massiano, dove vive però una stagione particolarmente difficile, non solo a causa dei risultati negativi della squadra perugina, ma soprattutto per un pesante infortunio al ginocchio.

Nonostante la retrocessione in A2 della Bartoccini Fortinfissi, Benedetta vuole fortemente restare per dimostrare il suo valore. Sarà l’unica a rimanere a Perugia di quel roster.

Risultato? Immediato ritorno in massima serie e conquista della Coppa Italia di A2 in una stagione vissuta da grande protagonista. Ed ora la numero 11 della formazione di coach Giovi è pronta a vivere il terzo anno nel capoluogo umbro.

“Sono ovviamente felicissima del fatto che il club abbia voluto continuare a puntare su di me – dice la centrale –. Sono contenta di rimanere ancora a Perugia. Qui ho vissuto un primo anno difficile, poi però è arrivata la stagione del riscatto. La prossima, continuando su questa crescita positiva, spero possa essere una stagione di conferma e miglioramento”.

Benedetta fa poi il punto in vista del prossimo torneo di A1:

“Ripartiremo con una buona base del roster dell’anno scorso e questo è importante, perché dovremo aiutare le nuove ragazze a fare gruppo nella maniera più veloce possibile. Alcune delle nuove compagne non le conosco, ma tutti me ne hanno parlato molto bene. Ho avuto invece modo di conoscere Adelina (Ungureanu, ndr). È una ragazza d’oro e soprattutto ho già passato quello che lei sta passando ora. Il suo infortunio al ginocchio è molto simile a quello che ho subito io e ho voluto subito parlarci per cercare di stimolarla nel suo percorso di recupero”.

Sull’obiettivo della Bartoccini Fortinfissi Perugia nel prossimo campionato, Bartolini dice di non volere voli pindarici ma nemmeno un eccessivo senso di umiltà:

“Non mi piace parlare solo di salvezza, noi vogliamo battagliare in ogni partita cercando di dare fastidio a tutti, anche alle big del campionato. Non voglio dichiarare obiettivi palesemente troppo ambiziosi, ma non voglio nemmeno sminuire troppo la squadra parlando di una semplice salvezza. L’A1 è molto difficile, ma abbiamo le carte in regola per fare un buon campionato”.

E allora avanti tutta verso la prossima stagione. Con un’altra certezza, quella di poter contare sui muri e i primi tempi di Benedetta Bartolini.