Ponte Pattoli: inaugurati Cva e campo sportivo

218
 

Inaugurati oggi, mercoledì 20 aprile, il Cva e il campo sportivo di Ponte Pattoli dopo i lavori di riqualificazione che hanno richiesto un investimento di circa 300mila euro. Erano presenti il sindaco Andrea Romizi, l’assessore ai lavori pubblici Otello Numerini, l’assessore allo sport Clara Pastorelli, il consigliere comunale Federico Lupatelli e il presidente dell’Assemblea legislativa regionale Marco Squarta, oltre a rappresentanti degli uffici tecnici del Comune. Numerosi i rappresentanti delle associazioni e delle scuole del territorio: Bruno Schiavolini, presidente Usd Ponte Pattoli, Maurizio Mattioli, presidente Asd Libertas Ponte Pattoli, Daniele Ercoli, presidente Pontepattolissima, Francesco Olivotti, presidente Banda Musicale di Ponte Pattoli, Daniele Ragnacci, presidente associazione genitori asilo Ponte Pattoli, Nadia Riccini, presidente Aps Futuro Ponte, Silvana Fioravanti, dirigente dell’Istituto comprensivo Perugia 15.

“Le realtà oggi intervenute sono da sempre sensibili alle esigenze di questa importante frazione di confine, che negli anni ha subito trasformazioni sociali e culturali e che merita anche tutta l’attenzione dell’amministrazione comunale. Risale al maggio 2019 il mio primo sopralluogo all’impianto sportivo. Oggi, dopo due anni molto duri a causa della pandemia, diamo una risposta, contenti di sostenere la Usd Ponte Pattoli, che qui accoglie tutti i giorni famiglie e bambini rendendo un servizio anche alle frazioni vicine”,

ha sottolineato l’assessore Pastorelli in occasione del taglio del nastro presso il campo Pucciarini.

“Questo storico campo – ha quindi spiegato Pastorelli -, uno dei trenta che il Comune è chiamato a curare e rigenerare, ha beneficiato di un intervento di manutenzione straordinaria che ha riguardato la centrale termo-idraulica e gli spogliatoi”. I lavori, di importo pari a 26mila euro, sono consistiti nel rifacimento della centrale attraverso il risanamento del locale tecnico, nella sostituzione del bollitore per l’acqua calda e in migliorie dell’impianto idrico-sanitario degli spogliatoi. Il campo, inoltre, “sarà tra i cinque inclusi nel programma di Rigenerazione urbana”.

A illustrare i lavori eseguiti al cva è stato invece l’assessore Numerini.

“L’intervento si inscrive in un programma più ampio, finanziato con fondi per l’efficientamento energetico degli impianti, che sta riguardando centri di vita associativa e palestre in tutto il territorio comunale. Abbiamo iniziato a San Martino in Campo, con un investimento di oltre 200mila euro, proseguendo a Colombella, Montelaguardia, Ramazzano, Casaglia, Pianello, Sant’Orfeto e con gli interventi in corso a Balanzano e Fratticiola Selvatica. La riqualificazione del cva di Ponte Pattoli, unita al rifacimento della pavimentazione stradale, che in questo territorio ha riguardato più di 4 km di strade, alla nuova scuola di cui a breve inizieranno i lavori e al progetto di Rigenerazione Urbana finanziato dal Ministero, testimoniano l’attenzione dell’amministrazione comunale per quest’area”.

Il cva, più in dettaglio, è stato soprattutto interessato dalla rimozione e dalla bonifica dall’amianto presente nella copertura della sala principale, che è stata rifatta passando anche a una illuminazione più efficiente a led. L’intervento di adeguamento normativo e per l’ottenimento del certificato prevenzione incendi, a cura della Unità operativa Impianti sportivi, ha comportato un investimento di oltre 200mila euro.

Nell’ambito del Servizio Integrato Energia svolto dalla ditta Engie Servizi S.p.A., servizio in gestione alla Unità operativa Ambiente e Energia del Comune, anche l’impianto termico al servizio del cva e degli uffici dell’adiacente Istituto Comprensivo Perugia 15 è stato oggetto di efficientamento energetico (per un importo di circa 51mila euro). Il vecchio generatore di calore è stato sostituito con uno nuovo a condensazione, operazione che garantirà un notevole risparmio energetico, favorito anche dall’installazione di dispositivi per la regolazione della temperatura nei singoli ambienti. Altri lavori sono stati eseguiti dalla Unità operativa Edilizia scolastica: rifacimento del manto impermeabile della copertura, con rimozione del lastrico e dei pannelli isolanti termici e successivo riposizionamento; ristrutturazione delle murature interne con rifacimento di porzioni di intonaco; tinteggiatura di parte dei locali interni (importo di oltre 17.200 euro).

“In questi anni abbiamo cercato di ascoltare i quartieri, le associazioni, le società sportive, le proloco – ha detto il sindaco Romizi -. Così abbiamo individuato le priorità, sapendo che le risorse non sono infinite e, anzi, che le finanze andavano risanate. Abbiamo cercato di mettere mano a ferite che non potevano essere trascurate, come Fontivegge o i palazzi incompiuti di Ponte San Giovanni, ma abbiamo anche pensato all’asta del Tevere, includendo i centri lungo il fiume nel programma di Rigenerazione urbana. A breve, inoltre, proprio a Ponte Pattoli sarà avviato il più importante degli interventi che stiamo perseguendo sul fronte dell’edilizia scolastica, quello per la nuova scuola da oltre 3 milioni”.