Capone: “Ringrazio Zeman, il sogno è l’Atalanta”

208
Capone:

Capone: “Ringrazio Zeman, il sogno è l’Atalanta”. Il fantasista del Grifo: “La scelta di Perugia rimane positiva, trequartista del 4-3-2-1 mio ruolo ideale”

Tra allenamenti (si fa quel che si può), serie TV e play station, l’attaccante del Perugia Christian Capone cerca di allontanare i tristi pensieri per quanto accade nella sua città, Abbiategrasso. La famiglia sta bene, ma la situazione particolarmente difficile in Lombardia lo ha spinto da subito a restare da solo a Perugia.

Capone è in prestito al Grifo  fino a giugno 2019 dall’Atalanta, squadra che lo ha cresciuto nel proprio settore giovanile per poi lanciarlo nel calcio professionistico.

“Il mio obiettivo è di tornare un giorno all’Atalanta, squadra ormai di élite che ha sfondato anche in Champions”.

Christian conferma che la scelta di venire a Perugia è stata positiva…

“Fin dall’inizio, perché Oddo e Goretti mi volevano fortemente. Sono contento di esser rimasto a Perugia anche a gennaio. A me piaceva giocare da trequartista nell’albero di Natale. E’ il mio ruolo ideale, ma posso fare tranquillamente anche la seconda punta”.

Capone, ai tempi del Pescara e quindi di Zeman, ha ricoperto anche il ruolo di attaccante esterno di sinistra. Sul tecnico boemo Christian spende belle parole.

“Mi ha lanciato nel calcio che conta. Ero alla mia prima stagione da professionista e feci sei gol in serie B, il mio massimo. Tutti i mister avuti però sono stati importanti per la mia crescita”.

Su Cosmi afferma:

“Ama Perugia, ci ha fatto capire che vuole che diamo sempre tutto in campo e in allenamento. Ha anche cercato di aiutare tutti i grifoni sul piano caratteriale”.

E l’aspetto della forza mentale è quello su cui forse Christian deve lavorare di più.

“Si, sul piano caratteriale devo migliorare”.

Comunque, se il campionato ripartirà, questo è il pensiero del fantasista del Grifo.

“Sarebbe un po’ come dopo la preparazione estiva, tutti noi giocatori ripartiremmo  un po’ sullo stesso piano. Ci sarebbe anche più spazio per tutti, visto che si giocherebbe ogni tre giorni. Spero di poter continuare a a dare il mio contributo per portare punti al Perugia. Il primo obiettivo è trovare la salvezza prima possibile, ma è una squadra che può fare molto di più se trova continuità”.

Capone ha come modello di riferimento Gomez dell’Atalanta, che ha visto all’opera da vicino quando era nel club nerazzurro.

“Ma nel mio ruolo ammiro molto anche Dybala e Ilicic, e in genere tutti i giocatori che hanno estro e fantasia”.

Invece, tra  i grifoni,  Capone ha legato molto con l’altro Cristian (quello senza acca), Buonaiuto.

“Anche per il mio ruolo sa darmi consigli preziosi. Lo stimo come persona e dico che ha una qualità tecnica superiore alla media”.

Sull’ipotesi di taglio degli stipendi Capone non chiude la porta.

“Tutte le società devono mettersi d’accordo. Da parte mia credo che, se necessario, sapremo essere vicini alla società”.

Si ringrazia per la preziosa collaborazione Tifogrifo.com