Grifo: l’era Santopadre verso il capolinea?

909
AI grifoni cadono malamente nel derby etrusco di Arezzo e Santopadre smentisce sé stesso cacciando Baldini 

Accordo vincolante tra l’attuale presidente e nuovi possibili acquirenti. Ora la “due diligence”, poi il contratto preliminare

 

Il Perugia è questa volta vicinissimo al passaggio di mano. Massimiliano Santopadre sta portando avanti una trattativa per la cessione al 100 % del Perugia Calcio. Non si parla più di voci o indiscrezioni: ci sono due comunicati della società biancorossa che parlano chiaro.

“Ieri sera è stato siglato un accordo vincolante per l’acquisizione del 100% del capitale sociale di AC Perugia Calcio Srl. Il perfezionamento dell’operazione è subordinato al completamento della due diligence attualmente in corso. Nel caso sia tutto in linea con quanto sin qui discusso tra le parti, è prevista la firma di un contratto preliminare di cessione quote da stipularsi indicativamente entro giovedì 13 luglio c.a. Vista la trattativa in corso, la convocazione della prima squadra viene rinviata da giovedì 13 a lunedì 17 luglio ore 10, in attesa della firma del sopracitato contratto”.

I nomi delle persone interessate all’acquisto del Grifo? Ancora difficile saperlo. Di sicuro il club ha escluso quello dell’imprenditore romano Luca Benigni, che nella trattativa fungerebbe solo da consulente e non da acquirente.

“A seguito delle voci circa il coinvolgimento del dott. Luca Benigni e della propria società “Benigni&K” nel passaggio di proprietà del Perugia Calcio, il club biancorosso tiene a precisare che la società “Benigni&K” non è coinvolta come acquirente ma in veste di advisor finanziario”.

Da quanto raccolto dalla nostra redazione, sarebbero invece già state individuate nuove figure dirigenziali pronte a subentrare nel caso l’affare dovesse andare in porto.

Per la poltrona di direttore generale è in pole Claudio Tanzi (manager reduce da una breve esperienza all’Ascoli), mentre per quella di direttore sportivo c’è Moreno Zebi (già team manager del Grifo con mister Giunti).

Nicolò Brillo