Dimenticare il k.o. di gara 5? La Sir pensa al futuro

274
Dimenticare il k.o. di gara 5? La Sir pensa al futuro. I titolari tutti confermati con l'inserimento dello schiacciatore ucraino Plotnyskyi e del centrale italiano Russo. Nodo Bernardi o conferma?

Dimenticare il k.o. di gara 5? La Sir pensa al futuro. I titolari tutti confermati con l’inserimento dello schiacciatore ucraino Plotnytskyi e del centrale italiano Russo. Nodo Bernardi o conferma?

Quale miglior modo per dimenticare lo scudetto perso in casa due sere fa se non quello di proiettarsi già alla prossima stagione?

L’annata che verrà dovrà per forza di cose essere quella del riscatto per la Sir Safety Conad Perugia.

Da che mondo è mondo Leon non è stato ingaggiato per alzare al cielo la sola Coppa Italia (trofeo comunque rilevante).

Intanto il direttore Stefano Recine avrebbe già definito i principali due acquisti del prossimo mercato.

Arriveranno lo schiacciatore ucraino Oleh Plotnytskyi, classe ’97 in questa stagione tra le fila di Monza, e il centrale Roberto Russo, anche lui 1997 in forza a Ravenna e già nel giro della nazionale.

I due, prospetti davvero interessanti per il futuro della Superlega, serviranno per dare delle alternative importanti sotto rete e in banda, potendo alternare così le ipotetiche coppie Lanza-Leon/Podrascanin-Ricci e Plotnytskyi-Leon/Russo-Ricci sempre tenendo conto del numero minimo di italiani in campo.

Ovviamente i top di questa stagione sono tutti confermati e blindati almeno per il prossimo anno: nessuno tra Leon, Lanza, Podrascanin, Atanasijevic, De Cecco, Ricci e Colaci dovrebbe lasciare Perugia.

Saluteranno invece quasi per certo Seif, Hoogendorn, Berger e Galassi. Piccinelli dovrebbe rimanere, mentre in bilico ci sono Hoag e Della Lunga.

C’è poi la questione allenatore: Bernardi ha un altro anno di contratto, ma le sirene di Milano sono sempre più insistenti. Sirci lo ha confermato a parole, ora si attende l’ufficialità.

Anche se ci fa specie pensare ad un mister “Secolo” che lascia Perugia per approdare in un club che, per quanto emergente, non è certo nelle prime file per la conquista dei trofei stagionali.

LA SIR SAFETY PERUGIA 2019/2020?

Nicolò Brillo