La Bartoccini in rimonta su Trento conquista due punti importanti

403
 

La Bartoccini-Fortinfissi Perugia soffre nei primi due set ma poi si riprende ed ha la meglio contro la Delta Despar Trentino per 3-2 (22-25 24-26 25-20 25-21 15-13 i parziali).

La gara parte con un fase di studio per entrambe le formazioni che si marcano strette in un tira e molla che si protrae per buona parte del primo set, un primo strappo lo tenta la formazione trentina che dal 6-6 allunga sull’6-8, poi  la Bartoccini-Fortinfissi Perugia reagisce ed a quota 9 c’è la parità.  Comincia il punto a punto che dura fino a 14-14, le umbre poi vanno i progressione e sul 16-14 Bertini chiama il time-out. Havelkova e compagne arrivano fino al 17-14 ma Trento comincia la rincorsa e trascinata da Rivero agguanta la parità sul 18-18 e allunga fino al 18-20, allora è Cristofani a fermare il gioco, la pausa non da l’esito sperato e sul 19-22 ci prova di nuovo. Al rientro Diop capitalizza subito lungo linea e gli errori di di Rivero e Piani riportano tutto in parità sul 22-22. Le trentine non ci stanno e di orgoglio conquistano i tre punti necessari tutti di seguito, con Piani che mette a terra il decisivo 22-25.

Nel secondo parziale le umbre subiscono ancora lo shock di aver visto la rimonta sfumare sul finale e mostrano il fianco nei primi scambi, dando alle ospiti un vantaggio iniziale di 1-7 nonostante i due time-out chiamati da Cristofani. Dopo la girandola dei cambi c’è la reazione che porta le umbre dal 5-11 al 13-15 con Havelkova, Diop  e Guerra a fare da traino, Bertini allora ferma il gioco, al rientro uno scambio rocambolesco termina con il punto di Havelkova (14-15) che si galvanizza e porta le sue fino al 16-15 allora Trento ferma di nuovo il gioco. Le ospiti si rimettono in carreggiata grazie a Nizetich che prima sigla il 17 pari e poi va al servizio e si rende autrice di due ace che valgono il 17-19. Diop torna mettere a terra palle pesanti agguantando la parità sul 22-22. Il turno al servizio di Bauer regala alle padrone di casa due set-point, ma la Delta Despar non si da per vinta e prima agguanta la parità e poi crescendo a muro prima con Piani e poi con Nizetich conquista il set 24-26.

Il terzo parziale ha tutto un altro sapore, in avvio è la Bartoccini-Fortinfissi Perugia a dominare la rete e con i primi tempi ed i muri di Bauer e Melandri si va agilmente sul 6-1 inducendo Bertini al time-out, quando poi si mette a fare sul serio anche Diop il coach di Trento ferma nuovamente il gioco (9-2). Le Umbre hanno il controllo della situazione ed il margine aumenta fino al massimo vantaggio del 18-7 ottenuto con l’out di Piani. Le ospiti tornano a farsi vedere rimontando dal 20-11 al 20-13 ed allora Cristofani chiama la pausa, il margine è ampio e c’è solo da gestire, sul finale Guerra mette la pratica in archivio con il punto del 25-20.

Un quarto parziale che comincia le due formazioni che si alternano nel mettere punti sul tabellone, Prima va Perugia con Bauer e Melandri, poi Trento recupera  ed allunga fino al 3-5. Cristofani chiama il time-out, le sue ragazze recepiscono il messaggio e ritrovano la parità sull’8-8, continua il tira e molla che a suon di break alterna al comando le ospiti e le padrone di casa, la tendenza si arresta quando Rivero e Piani commettono due errori consecutivi dando il 13-11 alle umbre, Bertini allora richiama l’attenzione delle sue ragazze con il minuto di sospensione, al rientro Furlan e Rivero dimostrano di aver recepito il messaggio e si torna al pari a quota 13. Riprende il punto a punto che arriva fino al 17-17, la Bartoccini-Fortinfissi Perugia va in progressione e raggiunge il 22-19 inducendo Bertini a giocarsi il tutto per tutto con l’ultimo time-out, il tentativo però non da l’effetto desiderato ed in controllo le padrone di casa agguantano il tie-break con il punto di Diop che vale il 25-21.

Nel set decisivo Trento ha l’avvio migliore e sul 2-5 Cristofani invoca subito il time-out, la pausa non da l’effetto desiderato e quando si arriva al 5-9  il coach romano ferma nuovamente tutto. Questa volta qualcosa cambia Havelkova sigla il 6-9 ed il 7-9 e quindi sono le trentine a fermare il gioco ma la Bartoccini-Fortinfissi Perugia non si arrende e trova la parità sul 9-9, poi allunga fino al 14-12 con Guerra a trainare il gruppo, anche Bertini gioca il tutto per tutto con l’ultimo minuto di sospensione a sua disposizione, il primo set-point viene annullato da Rucli, ma il sogno dei vantaggi s’infrange quando Furlan manda a rete il servizio che vale il 15-13 per le padrone di casa, liberando di conseguenza l’urlo di gioia del PalaBarton.

Vittoria Piani nel dopo gara fa trapelare il suo rammarico.

“Sono state molto brave, hanno fatto una buonissima partita mentre noi ci siamo perse negli ultimi set. Adesso dobbiamo concentrarci sulla prossima partita e mantenere la calma”.

Sicuramente di tutt’altro umore Helena Havelkova.

“Sapevamo che c’era molto in ballo, quindi siamo partite molto nervose, specialmente nel primo set non riuscivamo a fare bene nemmeno le cose più consolidate mettendoci da sole in difficoltà. Poi però siamo riuscite ad uscire fuori da quella situazione e la cosa importate è stata riuscire a portare a casa questi punti preziosi”.

BARTOCCINI-FORTINFISSI PERUGIA – DELTA DESPAR TRENTINO 3-2 (22-25 24-26 25-20 25-21 15-13.

BARTOCCINI-FORTINFISSI PERUGIA: Havelkova 16, Bauer 11, Diop 20, Guerra 19, Melandri 10, Bongaerts 1, Sirressi (L), Melli, Provaroni, Galkowska, Nwakalor, Guiducci. Non entrate: Rumori (L).
All. Cristofani.

DELTA DESPAR TRENTINO: Rucli 5, Raskie 4, Rivero 20, Furlan 9, Piani 16, Nizetich 12, Moro (L), Mason 6, Stocco 1, Botarelli 1, Quiligotti (L). Non entrate:Berti.
All. Bertini.

ARBITRI: Zavater, Talento.

Spettatori: 400
Durata set: 28′, 33′, 28′, 27′, 20′; Tot: 136′
MVP: Guerra.