Supercoppa: i Sirmaniaci e le altre tifoserie dicono ‘no’ alla trasferta sarda

506
Il comunicato congiunto dei supporter delle quattro squadre:

Il comunicato congiunto dei supporter delle quattro squadre: “L’organizzazione della manifestazione un modo osceno della Lega di comunicarci che il tifo come lo intendiamo noi non interessa più”

 

I Sirmaniaci non ci stanno, loro che il tifo lo vivono solo, e dico “solo”, andando al Palabarton, rinunciano a stare comodamente seduti davanti alle varie Pay TV, si ribellano alla scelta della Lega Pallavolo di andare a giocare la Supercoppa a Cagliari.

Il dissenso, c’è da precisare, si alza non solo dalle parti della tifoseria perugina, ma da tutte le quattro squadre che si troveranno a contendersi il trofeo.

“Come tifoserie organizzate delle 4 squadre partecipanti alla Supercoppa riteniamo che l’organizzazione della manifestazione a Cagliari sia un modo osceno della Lega Pallavolo di comunicarci che il tifo, così come lo intendiamo NOI, non interessa più e si privilegia uno spettatore generico, purché sia pagante (ovviamente con tutto il nostro rispetto per il pubblico sardo) oppure seduto a casa a pagare la pay TV. La logistica impossibile ed i prezzi proibitivi di voli e hotel, dovuti anche alla scelta di un ponte anziché un normale weekend, oltre al quasi raddoppio dei costi del biglietto, ci hanno fatto decidere per la prima volta di non organizzare ufficialmente la trasferta per seguire le nostre Squadre. A Cagliari pertanto non ci sarà tifo organizzato e per alcuni sarà presente solo una piccola rappresentanza. Perché a queste condizioni NOI NON CI STIAMO, non siamo disposti a scambiare la nostra passione con un jingle”.

Donatella Binaglia