Al Capitini è andata in scena “La notte dei capitani”

210

L’evento promosso dal Csi ha visto la partecipazione di sportivi e amministratori locali

 

Si è svolta domenica 20 novembre presso il centro congressi Capitini la prima edizione de “La notte dei Capitani”, evento organizzato dal Comitato di Perugia del Centro Sportivo Italiano (CSI) interamente dedicato ad uno dei ruoli più affascinanti e delicati dello sport, appunto quello del capitano.

Oltre alle premiazioni, la serata è stata occasione per una speciale tavola rotonda moderata dal noto giornalista Riccardo Cucchi con la partecipazione della ex bandiera della Sirio Volley Mirka Francia e di Fabrizio Saltalippi.

Presenti all’evento anche i rappresentanti delle istituzioni civili e sportive: Clara Pastorelli, assessore allo sport del Comune di Perugia, Erika Borghesi, consigliere della Provincia di Perugia, Andrea Braconi, assessore allo sport del Comune di Corciano e Domenico Ignozza, presidente del CONI Umbria.

Nel corso dell’iniziativa sono stati assegnati premi speciali, celebrazioni del torneo primaverile stagione 21/22, ricordi e medaglie per i giovani atleti arancioblù.

Roberto Pascucci, presidente provinciale del Centro Sportivo, non ha nascosto l’emozione per questa prima edizione:

“Sono particolarmente emozionato. Lo sport in questi ultimi due anni ha vissuto momenti duri ma la voglia di tornare in campo è stata confermata dalla grande risposta da parte delle società in questa stagione appena iniziata. Lo CSI ha un fine: educare, educare alla vita, al lavoro. Dobbiamo contribuire a costruire la società per viverla ed è nostro dovere cogliere ogni momento per trasmettere dei messaggi. Con questa serata, lo abbiamo fatto ed è stato grazie al ruolo del capitano”.

L’assessore allo sport Clara Pastorelli ha ringraziato la provincia di Perugia ed il Csi per l’ospitalità:

“Per noi è motivo di grande soddisfazione aver potuto partecipare ad un evento nuovo che mette al centro non solo la prestazione sportiva, ma anche valori sociali ed aggregativi come è nello spirito del Centro sportivo italiano. Non possiamo non ringraziare dunque il comitato provinciale di Perugia del Csi guidato da Roberto Pascucci per l’organizzazione impeccabile e per il compito che giornalmente svolge sempre al fianco delle società con una presenza costante sui territori”.

Quanto al tema al centro dell’incontro l’assessore ha confermato l’importanza e la centralità del capitano, ossia “colui che si prende la responsabilità della squadra; un principio che, visti i tempi difficili che stiamo vivendo, non può essere dato per scontato”.

LE PREMIAZIONI – Premiati i vincitori dei campionati primaverili 21/22. Ma non solo: spazio per l’Associazione Sportiva Viva che dal 2001 promuove lo sport come mezzo di socializzazione ed inclusione per ragazzi con abilità differenti a cui viene consegnato il riconoscimento “Campioni nella Vita” dall’atleta e recordman umbro, Marco Fratini. Venti anni di affiliazione invece per l’Atletico Maldossi (basket) e cinquantesimo dalla fondazione per l’Asd Pallavolo Media Umbria di Marsciano: sono gli altri due riconoscimenti e menzioni speciali della serata. Non è mancato il ricordo, a dieci anni dalla sua scomparsa, del compianto presidente arancioblu, Carlo Pula.